Bari ricorda le vittime della Shoah: cerimonie ai monumenti antifascisti e un concerto gratuito al Piccinni

Si parte il 25 gennaio con l'Orchestra della Città metropolitana di Bari, che suonerà nel teatro recentemente riaperto. Il 27 è invece in programma l'apposizione di due corone d'alloro

Un concerto gratuito e due corone d'alloro apposte sui monumenti dedicati all'antifascismo per onorare la memoria di chi è stato vittima dell'Olocausto. La città di Bari si prepara a celebrare il 20esimo anniversario dell'istituzione del 'Giorno della memoria' il prossimo 27 gennaio, con una serie di iniziative presentate questa mattina in Comune alla presenza dell'assessore alla Cultura, Ines Pierucci.

Si parte il 25 gennaio, quando alle 21 si terrà al Piccinni il concerto 'RECORDARE in memoria delle vittime della Shoah', evento gratuito e aperto alla città che vedrà l’Orchestra della Città metropolitana di Bari, diretta da Vito Clemente eseguire musiche di K. Weil e V. Anselmi con la partecipazione straordinaria di Katia Ricciarelli, solista e voce recitante. Ad introdurre a serata un breve intervento del professor Vito Antonio Leuzzi, direttore dell’IPSAIC. Chiunque sia interessato ad assistere al concerto, organizzato in collaborazione con il Traetta Opera Festival di Bitonto, Basilicata Opere in Atto e Memento, potrà ritirare gratuitamente il proprio biglietto, fino ad esaurimento dei posti disponibili, al botteghino del Teatro Piccinni, il mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle 13 e il giovedì dalle ore 16.30 alle 19.

Due le iniziative programmate dall'Anci, invece, il 27 gennaio, legati alla memoria degli antifascisti e deportati baresi. Si parte alle 9.30, quando sarà apposta una corona di alloro nella sala consiliare di Palazzo di Città presso la targa che ricorda l’antifascista e deportato Filippo D’Agostino. Durante la cerimonia saranno tenuti i discorsi commemorativi. Alle 10.30, invece, sarà apposta una corona vicino alla targa che ricorda l’antifascista e deportato barese Giuseppe Zannini, amico di Aldo Moro, sulla facciata della chiesa di Maria Santissima del Rosario (in San Francesco da Paola), in piazza Garibaldi.

"Celebrare ogni anno il Giorno della memoria in ricordo delle vittime dell’Olocausto - commenta il sindaco Antonio Decaro, che non ha potuto presenziare alla conferenza stampa di questa mattina - significa, oggi, celebrare la giornata contro l’indifferenza. Significa non restare indifferenti a quegli echi di violenza e intolleranza che da più parti ci giungono e che ci impongono il dovere morale e istituzionale di ricordare la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz e, con essa la fine della Shoah e degli orrori compiuti dai nazifascisti. Ringrazio il prefetto Antonella Bellomo per l'azione di coordinamento tra le diverse iniziative organizzate in terra di Bari per ricordare la Shoah".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il 'paziente 1' in Puglia: era tornato dalla Lombardia, ora è in isolamento in ospedale

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Violenta rissa a Bari, volano calci e pugni in strada: arrestati studente universitario e due trentenni

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

Torna su
BariToday è in caricamento