giovedì, 24 aprile 20℃

MusicaInGioco, trentatré giovani musicisti e un progetto per la legalità

Trentatré ragazzi e otto maestri di musica per il progetto ispirato all'azione di José Antonio Abreu, musicista ed ex ministro della cultura del Venezuela, fondatore de "El Sistema", una rete d'istruzione musicale per i ragazzi provenienti da famiglie disagiate. Lunedì prossimo al Cineporto un incontro per "fare un bilancio" dell'esperienza

Redazione15 luglio 2011

Trentatrè ragazzi tra i 7 e gli 11 anni senza alcuna formazione in campo musicale, otto maestri di musica animati da una forte passione civile e uno spazio per incontrarsi, quello del MOmArt di Adelfia, confiscato alla criminalità: nasce dalla combinazione di questi elementi la sperimentazione dell'orchestra "MusicaInGioco", avviata un anno fa con il sostegno dell’Assessorato regionale alle Politiche giovanili e Cittadinanza sociale.

Annuncio promozionale

Un progetto didattico ispirato all'esperienza del Maestro José Antonio Abreu, musicista ed ex ministro della cultura del Venezuela, fondatore de “El Sistema”, quella rete d'istruzione musicale che oggi in quel Paese coinvolge 250 mila ragazzi, il 90% dei quali provenienti da famiglie disagiate.

Ad un anno di distanza dalla sua nascita "MusicaInGioco" è uno dei primi nuclei che hanno dato vita al Sistema italiano delle orchestre giovanili, presieduto da Claudio Abbado e gemellato con il sistema venezuelano. Un modo concreto per dimostrare come musica, cultura e creatività siano spesso la più efficace leva a sostegno dell’inclusione sociale e della legalità.

Il prossimo 18 luglio, i protagonisti di questa sperimentazione si sono dati appuntamento al Cineporto di Bari per incontrare Susan Siman, ex direttrice del nucleo di Montalbán e collaboratrice di A. J. Abreu, e per raccontare in pubblico gli esordi, il percorso e i progetti futuri di questa sperimentazione.

Insieme ad Augusto Masiello, presidente del Teatro Kismet, e al team che coordina le attività del MOMArt di Adelfia, ci saranno i Maestri dell’Orchestra: Gianlorenzo Sarno, violoncellista; Andrea Gargiulo, direttore, compositore, pianista; Duilio Maci, violinista; Teresa Bux, violinista e insegnante; Giangiacomo Vitone, trombettista e percussionista; Lidia Bitetti, sassofonista, psicologa e musico terapeuta; Daniela Zurlo, clarinettista; Stefania Dell’Olio, flautista e musicoterapeuta.

eventi culturali

Commenti