Alla casa di Pulcinella 'Pierino e il lupo' ispirato alla favola musicale di Sergej Prokofiev

In cartellone alla Casa di Pulcinella domenica 3 febbraio alle ore 18.00 con la musica di Sergej Prokofiev, scene e sagome di Emanuele Luzzati e la voce narrante di Dario Fo, una fiaba amatissima da piccoli e grandi.

PIERINO E IL LUPO liberamente ispirato alla favola musicale di Sergej Prokofiev. Il risultato è un connubio perfetto tra musica e teatro per uno spettacolo senza tempo.

Tre attori pasticcioni mettono in scena, o per meglio dire cercano di farlo, la ben nota favola musicale “Pierino e il lupo” di Sergej Prokofiev. Già dal nome complicato iniziano i primi problemi, perché i tre non hanno proprio studiato e sono costretti a improvvisare ed inventare idee strampalate, cercando la complicità del pubblico, per orientarsi fra gatti, papere, lupi, corni e clarinetti. Per fortuna su di loro regna indiscussa la figura del Grande Narratore (voce di Dario Fo) che, con la sua voce, li guida sicuro lungo il percorso della fiaba.

L’idea è quella di avvicinare i bambini alla musica ed introdurli alla conoscenza e comprensione degli strumenti La messa in scena con la voce narrante di Dario Fo e burattini, ha il merito di far toccare con mano gli strumenti ai bambini spettatori e di spiegar loro tutte le “voci” della favola dell’orchestra.

La storia del bambino coraggioso che, con l’aiuto di un uccellino, riesce ad avere la meglio sul lupo continua ad affascinare grandi e piccoli con successo. L’idea degli animali rappresentati con gli strumenti musicali è ancora rivoluzionaria: l’uccellino con il flauto traverso, l’anatra con l’oboe, il lupo con i tre corni, Pierino con un’intera famiglia di archi.

Dopo quasi un secolo, l’opera musicale composta da Prokof’ev per il Teatro Centrale dei Bambini di Mosca, con il nobile intento di avvicinare alla musica anche i più piccoli, conferma la sua carica innovativa,  il suo valore artistico. Sicuramente uno spettacolo da non perdere!

Prokofev ha scritto la sua fiaba musicale con un preciso scopo educativo: far conoscere ai bambini e anche ai grandi i principali strumenti dell’orchestra, il loro suono, il loro carattere espressivo. Per questo ha associato ad ogni strumento un personaggio e un particolare motivo musicale. Il meccanismo di complicità con il pubblico fa in modo che, a volte, siano i bambini stessi a spiegare, impersonificando il ruolo di insegnante per questi tre alunni/attori poco studiosi.

Biglietti in vendita on line su vivaticket.it e presso tutti i punti vendita booking

biglietteria del teatro dal lunedì al venerdì ore 9.30 – 13.30 e da 1 ora prima dello spettacolo

Costo del biglietto spettacoli € 8,00

Costo abbonamento € 60,00 per n. 10 ingressi agli spettacoli

(l’abbonamento non è nominale e può essere usato da una o più famiglie, per una o più repliche)

Ingresso gratuito per i bambini fino a 3 anni

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Vittorio Sgarbi torna al Teatro Palazzo con una doppia data dedicata al genio di “Leonardo

    • oggi e domani
    • dal 15 al 16 febbraio 2019
    • Teatro Palazzo
  • Luca Barbareschi e Lunetta Savino ne "Il Penitente" a Teatro Palazzo

    • 26 febbraio 2019
    • Teatro Palazzo
  • Lello Arena al Teatro Abeliano in 'Parenti Serpenti'

    • da domani
    • dal 16 al 17 febbraio 2019
    • Teatro Abeliano

I più visti

  • 'Van Gogh Alive – The Experience', a Bari la grande mostra internazionale multimediale che celebra il geniale pittore olandese 

    • dal 6 dicembre 2018 al 20 febbraio 2019
    • Teatro Margherita
  • I Negramaro con il loro “Amore Che Torni Tour Indoor 2019” in concerto al Palaflorio di Bari

    • dal 13 al 15 marzo 2019
    • Palaflorio
  • 625ª Edizione del Carnevale di Putignano

    • dal 17 febbraio al 5 marzo 2019
    • Corso Umberto I
  • 'Lights in love', ad Alberobello si accendono le luci sui trulli per festeggiare San Valentino

    • dal 11 al 17 febbraio 2019
    • centro storico
Torna su
BariToday è in caricamento