Quelli del diploma...1982


Quelli del diploma….1982” è la storia di tre compagni di classe che si rivedono dopo trent’anni dal diploma conseguito nel 1982. Michele Tanzillo, Peppe Bifone e Pierluigi Caprio vivono tre mondi assolutamente diversi.
L’incontro è procurato dalla ricerca di uno dei tre che attraverso un social contatta gli altri due per rivedersi una sera a cena.
Si ritroveranno quasi da sconosciuti, ma ben presto attiveranno una serie di ricordi che immediatamente li faranno sentire nuovamente vicini e amici.
Una storia che parla di amicizia, ma anche di tanta solitudine compagna dei nostri giorni. La rimpatriata si rivela necessaria per tutti e tre dopo che la vita ha giocato loro brutti scherzi, deludendoli. Luogo di incontro è la casa di Michele, un prete a cui manca la sua vita sociale e che invita i suoi due amici delle scuole superiori per non stare da solo: il serioso Peppe, ex attore di fiction che in seguito al fallimento della sua storia sentimentale, perde anche il lavoro, e il simpatico Pierluigi, un personaggio balbuziente, che nella vita è sempre stato costretto ad arrangiarsi e non si è mai arreso. Pierluigi, nonostante i suoi problemi di lavoro e le sue avventure rocambolesche, si rivela il personaggio più comico e felice, un mediatore tra i due amici che ha sempre qualcosa da dire. Insieme trascorreranno un'intera serata a confidarsi a giocare e cantare, rischiando talvolta il litigio quando l'amara verità ritorna a galla. Il ritorno al passato, però, può essere un punto di ripartenza: voltarsi indietro è indispensabile per affrontare la realtà e andare avanti, meglio se in compagnia. Sono il gioco, il teatro e la musica a riportare la pace tra gli amici che per trascorrere del tempo insieme, giocano ai mimi, cantano insieme, e ricordano i tempi passati come tempi spensierati, quando le uniche cose a cui pensare erano le ragazze e le marachelle. Oltre a fungere da deus ex machina, la musica scandisce il tempo e già dall'inizio dello spettacolo ci riporta agli anni '80.
Certamente lo spettatore attraverso la storia e i tre caratteri dei personaggi riderà di gusto e si divertirà, ma al tempo stesso avrà la sensazione per il tempo dello spettacolo di essere uno dei tre.
Info e prenotazioni nei seguenti giorni della settimana: ogni venerdì, sabato e domenica presso il Botteghino del Teatro Angioino, in via S. Pellico n.7 in Mola di Bari (Ba) dalle 18:30 alle 20:30, tel: 080.4713061.

Il Teatro Angioino, in Mola di Bari (Ba), con la direzione artistica di Francesco Capotorto, presenta, per la XVIII Stagione di Prosa 2017/18,
Sabato 10 marzo 2018, h.21,00 la Compagnia La Bottega del Teatro ( da Caserta), nella commedia brillante " QUELLI DEL DIPLOMA….1982". Con Peppe Romano Michele Tarallo Pierluigi Tortora. Testo e regia Pierluigi Tortora.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • 'Notre Dame de Paris' in scena al Palaflorio di Bari

    • da domani
    • dal 11 al 15 dicembre 2019
    • Palaflorio
  • Doppia data per Pio e Amedeo in scena al TeatroTeam con 'La classe non è acqua'

    • dal 18 al 21 dicembre 2019
    • TeatroTeam
  • Lunetta Savino in scena al Teatro Palazzo in “Non farmi perdere tempo-tragedia comica per donne destinata alle lacrime”

    • 14 dicembre 2019
    • Teatro Palazzo

I più visti

  • 'Nel blu dipinto di luci', con le luminarie ispirate a Pino Pascali e Domenico Modugno Polignano si trasforma in un meraviglioso villaggio Natalizio

    • dal 30 novembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • centro storico e vie principali
  • 'Notre Dame de Paris' in scena al Palaflorio di Bari

    • dal 11 al 15 dicembre 2019
    • Palaflorio
  • "Monopoli christmas home", un villaggio incantato a cielo aperto

    • Gratis
    • dal 7 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • varie
  • Riecco a Bari 'Il Villaggio di San Nicola', il più grande al mondo nello scenario natalizio della Fiera del Levante

    • dal 7 al 20 dicembre 2019
    • Fiera del Levante
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BariToday è in caricamento