Il Renaud Garcia-Fons Trio in concerto al Teatro Forma di Bari

Primo appuntamento del 2019 della decima Rassegna dell’Associazione musicale ‘Nel Gioco del Jazz’ giovedì 17 gennaio con il Renaud Garcia-Fons Trio. Alle 21,00 al Teatro Forma a Bari la band, formata dallo stesso Renaud Garcia-Fons, al basso, da David Venitucci alla fisarmonica e da Stephan Caracci alle percussioni, si esibirà in un concerto dal grande potere lirico con una musica universale che unisce jazz e cultura mediterranea.

Figlio di genitori catalani, Garcia-Fons ha iniziato i suoi studi musicali in giovane età. A cinque anni inizia a suonare il pianoforte, poi all’età di otto anni passa alla chitarra classica e poi verso il contrabbasso all'età di 16 anni. Ha studiato musica presso il Conservatorio di Parigi con l'insegnanteFrançois Rabbath, che gli ha insegnato, in particolare, le tecniche dell'arco.

Musicista sereno che padroneggia il suo strumento con una capacità di ascolto mozzafiato ha suonato anche al fianco dei musicisti di flamenco. Tuttavia, con il suo nuovo trio, Garcia-Fons si allontana dal Mediterraneo e torna verso la sua città natale, Parigi, verso il fascino melodioso del passato e l'atmosfera attuale della cosmopolita metropoli. A volte è lirico e delicato, altre volte è un giro forzato attraverso epoche e generi, tracciando la Musette Walz e movimenti arabi e groove contemporanei tra ballate da chansonnière, jazz e musica classica.

Talvolta Garcia-Fons, tra i migliori bassisti d'Europa, fa cantare il suo strumento come un violoncello o un violino con il suo pizzicato ispirato e la stupenda tecnica d'arco. Sebbene subisca influenze da ogni parte, le sue composizioni sono sempre mirate ed efficienti e conservano lo spirito affascinante della musica da camera. In questa passeggiata per le strade di Parigi, Garcia-Fons è accompagnato da un ensemble di virtuosi e poeti. Con la sua vivace drammaturgia, suscitando il controllo accattivante sul suono del suo trio, il compositore cinquantacinquenne ci permette di esplorare il carattere senza tempo di questa musica. Da "Montmartre en courant" a "Rue du Dragon", "Revoir Paris" il programma è pieno di energia e calore lirico, con malinconia latente e talvolta con poesia nostalgica, altrettanto audace e delicato, vivace e pieno di luce. 

Costo biglietto: 30,00 euro settore “A” – 25,00 euro settore “B”

Il prossimo appuntamento con l’Associazione musicale ‘Nel Gioco del Jazz’ è con un concerto fuori abbonamento giovedì 24 gennaio, alle 21,00 sempre al Teatro Forma a Bari con la Compagnia Flamenco Nuevo di Dario Carbonelli.

Per aggiornarsi su tutti gli eventi dell’Associazione è possibile scaricare l’APP dal sito ufficiale, www.nelgiocodeljazz.it, Google Store, Facebook e da tutti i dispositivi tablet, smartphone e iphone.

Biglietti in vendita presso CENTRO MUSICA – C.so Vitt. Emanuele 165 – Bari - tel. 0805211777, botteghino Teatro Forma (dalle 10,00 alle 18,00) o chiamando l’Associazione “Nel Gioco del Jazz” al 3389031130 o scrivendo ad info@nelgiocodeljazz.it.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Elisa in concerto al Palaflorio di Bari

    • 4 dicembre 2019
    • Palaflorio
  • Francesco Renga in concerto al TeatroTeam

    • da domani
    • dal 21 al 22 novembre 2019
    • TeatroTeam
  • Il celtic revival del gruppo Tankarp apre la serie di sei concerti dell’Autunno Agìmus

    • dal 12 ottobre al 1 dicembre 2019
    • varie

I più visti

  • 'Notre Dame de Paris' in scena al Palaflorio di Bari

    • dal 11 al 15 dicembre 2019
    • Palaflorio
  • “Costa dei Trulli-Ritrovarsi in ogni stagione”, rassegne culturali, sagre, eventi e concerti per tutto il 2019

    • dal 24 aprile 2019 al 11 gennaio 2020
    • Monopoli, Fasano, Castellana Grotte, Conversano e Alberobello
  • Ad Acquaviva la 'Festa del Vino Primitivo e del Cece Nero'

    • 23 novembre 2019
    • centro storico
  • Elisa in concerto al Palaflorio di Bari

    • 4 dicembre 2019
    • Palaflorio
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BariToday è in caricamento