18app 2019: come usare il Bonus cultura da 500 euro a Bari

Non vedi l'ora di vedere al cinema il film del tuo attore preferito? Hai voglia di ascoltare della buona musica o andare a teatro? Se sei nato nel 2000 puoi fare tutto questo grazie al Bonus cultura 2019. Scopri come funziona 18app

Sei del 2000? Per te che hai compiuto 18 anni nel 2018 ci sono 500 euro da spendere in “cultura” messi a disposizione dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Presidenza del Consiglio dei Ministri. I ragazzi baresi potranno approfittare di questa opportunità fino al 31 dicembre 2019 registrandosi però prima a ''18app'' (un’applicazione web) valida fino al 30 giugno 2019: potranno spendere il bonus per cinema, musica, concerti, eventi culturali, libri e musei ma anche monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

Come spendere il bonus cultura

I ragazzi, in possesso dei requisiti preliminari, devono accedere a 18app con la propria identità digitale (Spid), effettuare la procedura di registrazione fino all’ultimo passaggio dell’accettazione della normativa, e iniziare a creare buoni fino ad un valore massimo di 500 euro. Verificate il prezzo dei beni che intendete acquistare e generate un buono di pari importo. Potrete salvarlo sul vostro smartphone o stamparlo e spenderlo presso gli esercenti palermitani oppure online cercando chi ha aderito all’iniziativa.

Che cos'è lo Spid 

Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ti permetterà di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un'unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone. Per ottenere le tue credenziali Spid devi rivolgerti ad uno degli Identity Provider a tua scelta. In base al soggetto che scegli, puoi avviare la procedura di identificazione scegliendo tra diverse modalità quella per te più semplice. Vai sul sito e avvia la procedura di registrazione. Sarai guidato dalle indicazioni che ti verranno fornite man mano durante la registrazione.

Controlli e sanzioni

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MIBAC) vigila sul corretto funzionamento della carta e può provvedere, in caso di eventuali usi difformi o di violazioni delle norme del presente decreto, alla disattivazione della carta di uno dei beneficiari o alla cancellazione dall’elenco di una struttura, di un’impresa o di un esercizio commerciale ammessi, fatte salve le ulteriori sanzioni previste dalla normativa vigente.

Dove spendere il bonus cultura a Bari

Qui puoi trovare tutti i luoghi tra teatri, cinema, musei, librerie, corsi di lingua e teatro nei quali utilizzare il Bonus Cultura 2019.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La formazione nella scuola superiore militare: i corsi e l'iscrizione

  • Servizio Civile all’Università di Bari: scopri come fare entro giovedì 10 ottobre 2019

  • Iscrizione all'Università in ritardo: i consigli utili

Torna su
BariToday è in caricamento