Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Rifiuti differenziati in calo, l'assessore mostra gli errori nel conferimento: "Ecco i nuovi carrellati con lucchetto"

 

C'è chi si disfa del terriccio con la pianta senza separarlo dal vaso, chi butta la carta con i residui d'olio e chi conferisce il contenitore di plastica insieme ai gusci di noce. Errori comuni da parte di cittadini e commercianti, che l'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli ha voluto mostrare a tutti, svuotando casualmente un carrellato dell'organico all'interno del centro conferimento Amiu in via Napoli.

Lucchetti sui carrellati

Maggiori impurità nei residui organici che hanno portato a una riduzione del numero quantitativo di rifiuti riciclati correttamente nelle zone del porta a porta e, come ricorda lo stesso Petruzzelli, a un costo maggiore di smaltimento degli impianti, che inevitabilmente si riflette sulle tasse pagate dai cittadini. E per minimizzare le problematiche - e stanare i 'furbetti' - l'amministrazione ha anche deciso di apporre dei lucchetti ai carrellati dell'organico destinati ai commercianti, "così non potranno dire che i rifiuti mal differenziati sono stati lasciati nel contenitore da estranei" spiega ai microfoni di BariToday l'assessore. Gli unici ad avere la chiave saranno infatti i destinatari dell'utenza e gli operatori ecologici dell'Amiu.

Il porta a porta arriva nello Stanic

E intanto prosegue l'eliminazione dei cassonetti nei quartieri cittadini, con l'avvio della raccolta differenziata porta a porta in nuovi territori. I carrellati privati sono già state distribuite in zona Stanic e Villaggio del Lavoratore. "Contiamo di partire - aggiunge Petruzzelli dopo il periodo estivo, così da trovare tutte le famiglie nelle loro abitazioni".

Poi si passerà al quartiere San Paolo, "con qualche correttivo - aggiunge l'assessore - perché lì stiamo facendo una sperimentazione per il problema dei cinghiali, quindi varieranno un pochettino gli orari di esposizione"

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento