Differenziata, va bene il centro di raccolta di Poggiofranco

Tante le adesioni dei cittadini baresi al progetto del Comune 'Chi differenzia ci guadagna'. Ma, a quanto pare, i residenti della III Circoscrizione stanno un passo avanti: nel centro di raccolta della zona in media si consegnano 130 punti al giorno

Quello di Poggiofranco è il centro raccolta differenziata più attivo della città. A supportare questa tesi, i primi dati che emergono dalla campagna Amiu ‘Chi differenzia ci guadagna’, che proprio dal sito di via Martin Luther King ottiene buoni risultati: “Ogni giorno consegno circa centotrenta punti. Un vero successo che aumenta giorno dopo giorno”, spiega Nicola Costanzo, addetto dell’ex municipalizzata al progetto di raccolta differenziata.

La campagna, avviata poco più di un mese fa, sta già dando i frutti desiderati. Ricordiamo che a ogni carico di differenziata, tra carta, cartone, plastica e lattine, si otterranno dei punti: uno per 2 chili di carta e cartone, 3 chili di vetro, 500 grammi di plastica, due chili di barattolame in banda stagnata, 200 grammi di lattine in alluminio, 2 chili di rifiuti organici, uno olio vegetale da cucina e 5 chili di indumenti usati. E raccogliendo i punti si avrà diritto a premi e buoni acquisto (con 20 punti si riceverà un gadget; con 60, un premio da 5 euro; con 100, un premio da 10 euro).

Il punto di raccolta della III Circoscrizione si candida, in questo modo, ad essere uno dei più attivi del capoluogo pugliese, seguito a ruota dal sito di Japigia che però ha il vantaggio di essere il più longevo: qui infatti, la differenziata porta a porta va avanti già da qualche anno con risultati inattesi. Gli altri centri, su via Napoli 349 /A, via Oberdan 13, sulla provinciale Carbonara-Ceglie-S.P. Ceglie /Valenzano al civico 49 e su viale Lindemann nella zona industriale.

Continua l’addetto Costanzo confermando il successo dell’iniziativa comunale: “I cittadini stanno rispondendo bene al progetto tant’è che stiamo pensando aprire anche nel pomeriggio (al momento gli orari di conferimento sono dalle 8 alle 12 – ndr) proprio per venire incontro alle esigenze dei cittadini che magari la mattina non possono venire”. Così conferma che forse con l’arrivo della bella stagione e le giornate più lunghe “ci sia la possibilità di restare aperti un paio di giorni alla settimana di pomeriggio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In chiusura ricordiamo che il vetro è un materiale riciclabile al cento per cento; la plastica, ancora, uno dei composti più versatili. Infatti riciclandola si possono ottenere felpe in pile, imbottiture di piumini matrimoniali, panchine e innaffiatoi. Bisogna, invece, fare attenzione all’olio vegetale da cucina che, se versato nella fogna e quindi riservato in mare, ha un fortissimo potere inquinante, basti pensare che un litro di questa sostanza potrebbe creare una pellicola nociva grande quanto un campo da calcio e renderebbe non potabile un milione di litri d’acqua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Incidente sulla Statale 16, moto urta tir e finisce sull'asfalto: centauro travolto da auto e ferito

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

  • Si addormenta alla guida e si schianta fuori strada: ramo ferisce gravemente alla testa una donna

Torna su
BariToday è in caricamento