Raccolta differenziata: al via la campagna del Comune di Altamura

E' prevista l'assegnazione di 2000 compostiere in comodato d'uso per favorire il compostaggio domestico. Inoltre è stato regolamentato lo smaltimento di rifiuti in cartone

E' partita la campagna del Comune di Altamura per la promozione della raccolta differenziata attraverso la pratica del compostaggio domestico e la regolamentazione dello smaltimento di rifiuti in cartone prodotti da attivita'  commerciali, artigianali e industriali.

Una delle iniziative volte ad incrementare la percentuale della raccolta differenziata, è l’assegnazione di 2000 compostiere in comodato d'uso, ciascuna della capacità di 310 l, per i cittadini che ne faranno richiesta. I requisiti sono: essere residenti nel Comune di Altamura; essere titolari di una utenza domestica con regolare posizione di pagamento delle imposte relative allo smaltimento dei rifiuti (TARSU anno 2012); essere in possesso di un giardino-area a verde e/o orto di dimensioni di almeno 50,00 mq.  Il comodato d'uso è gratuito per un anno, tacitamente rinnovabile, salvo comunicazione contraria delle parti.
 
IL COMPOSTAGGIO domestico è un sistema di trattamento domiciliare dei rifiuti organici provenienti dalle piccole aree attrezzate a giardino e/o orto i e dall'attività domestica. E' un processo biologico aerobico che permette di trasformare scarti organici in un fertilizzante ricco di sostanze preziose per la terra, garantendo ai cittadini e alle comunità di ridurre le quantità di rifiuti da inviare alle discariche, di ottenere un risparmio economico sui costi di trattamento e di dare un valore ai rifiuti.
Il compostaggio domestico è una pratica volontaria con la quale le utenze domestiche possono autonomamente smaltire materiali compostabili costituiti da: avanzi di cucina (cibi cotti e crudi, pane, pasta, riso, carne, pesce, scarti di frutta e verdura, fondi di caffè, filtri di tè e caffè); scarti del giardino e dell'orto (ramaglie di potature, sfalci d'erba, foglie secche, resti vegetali dell'orto); altri materiali biodegradabili (tovaglioli di carta, segatura e trucioli di legno).

L’Amministrazione Comunale ha inoltre regolamentato la raccolta di imballaggi in cartone perché è una delle tipologie di rifiuto che incide maggiormente sul quantitativo della differenziata e, viceversa, fa aumentare il conferimento in discarica se non viene smaltito correttamente. L’invito rivolto da Palazzo di Città alle categorie produttive è quello di collaborare per una buona riuscita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Al ristorante e in auto, stop al distanziamento per congiunti e 'frequentatori abituali': la Regione allenta le restrizioni

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Violento scontro tra moto e suv: grave centauro, trasportato in codice rosso al Policlinico

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

Torna su
BariToday è in caricamento