"Più forte Protti o Joao Paulo?", strade libere dai mozziconi di sigaretta grazie al posacicche interattivo

L'idea dell'associazione 'Retake Bari' per invogliare i baresi ad usare i contenitori. "Vogliamo installare un prototipo con un quesito su via Sparano" rivela Fabrizio Milone

Il 'posacicche' installato in uno dei locali di largo Giordano Bruno

"Chi è il più forte di tutti? Igor Protti o Joao Paulo?" Il dilemma - che non manca di appassionare i baresi da generazioni - ora servirà anche a dare una mano all'ambiente. La risposta, infatti, si può dare solo con il mozzicone di una sigaretta: si lascia nella parte sinistra o destra dello speciale 'posacicche' per decidere qual è il proprio campione del cuore. 

L'originale prototipo è dell'associazione 'Retake Bari', non nuova ad iniziative a favore dell'ambiente: più volte i volontari si sono armati di sacchetti, scope e palette per ripulire i quartieri cittadini. "Questa volta vogliamo veicolare un messaggio sociale attraverso un oggetto - spiega Fabrizio Milone, componente dell'associazione. Sfruttiamo questo gioco delle domande per invogliare i cittadini a lasciare i mozziconi negli appositi cestini. Dimostriamo che fare la prorpia parte per l'ecologia può essere divertente". Il primo 'posacicche' è stato installato da un paio di giorni in uno dei pub a largo Giordano Bruno e riprende l'idea del quesito calcistico - riproposta in salsa barese - da un esperimento simile già applicato in Inghilterra. "Siamo sicuri che i baresi apprezzeranno l'idea e vedremo le strade più pulite" commenta Milone.

Il prototipo su via Sparano

Un esperiemento riuscito a tal punto che si sta pensando di rilasciare una versione evoluta del prototipo, con una lavagnetta che permette di modificare il quesito da porre. Una prima idea però già è stata disegnata: "Chiederemo ai baresi se piace loro il progetto di restyling di via Sparano. ognuno potrà dire di sì o no semplicemente buttando il proprio mozzicone di sigaretta" spiegano dalla Retake. 

WhatsApp Image 2017-10-09 at 14.21.15-2

Non è stato ancora deciso il luogo dove sarà installato il nuovo modello, anche se la domanda imporrebbe una sua posizione vicino alla via pedonale. "Comunque sarà nelle vicinanze di luoghi chiusi - spiega Milone -, perché lasciarlo all'aperto lo esporrebbe facilmente ai vandali. Pensavamo quindi di sfruttare quelle location che vedono un grande viavai di persone, come i pub o grandi strutture sportive. Penso ad esempio all'Angiulli o allo Stadio del Nuoto". 

La joint venture con l'Amiu Puglia

L'idea è stata presentata dall'associazione all'Amiu Puglia, che l'ha accolta con favore. Situazione che potrebbe portare a future collaborazioni, come precisato dallo stesso Milone. "Loro farebbero produrre da aziende specializzate un modello con tutte le certificazioni in regola, che a quel punto potrebbe essere posizionato in diversi punti della città" spiegano dalla Retake. 

Certificazioni che chiaramente ancora mancano ai prototipi 'fatti in casa' realizzati dall'associazione, ma che iniziano a conquistare il cuore dei baresi. "I nostri prototipi, che comunque sono in alluminio e quindi non infiammabili, rimarranno quindi sempre in luoghi chiusi, contiamo di realizzarne alcune decine e con gli eventuali guadagni finanziare le altre azioni sul territorio della Retake" conclude Milone. Nell'attesa che la produzione inizi, i volontari dell'associazione continuano a cercare le giuste domande che possano invogliare i baresi ad avvicinarsi al cestino per i mozziconi di sigaretta. E tra quelle più gettonate c'è un quesito culinario che continua a smuovere i cantori della tradizione: "Nella tiella di patate, riso e cozze va la zucchina?". Ai fumatori l'ardua sentenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • Tenta di attraversare con le sbarre in chiusura, auto resta bloccata al passaggio a livello

Torna su
BariToday è in caricamento