Spiagge sporche e scarichi abusivi: provincia di Bari in testa per segnalazioni dei 'reati del mare'

Il bilancio dell'attività del numero verde istituito dalla Regione nei mesi estivi per segnalare i reati del mare e reati ambientali sul demanio marittimo: il Barese in testa per numero di denunce

Al primo posto, le segnalazioni relative a pulizia e igiene delle spiagge, seguite dagli scarichi abusivi in mare, degrado costiero, campeggio selvaggio. E poi ancora, le denunce relative  all'inquinamento del mare, alla pesca di frodo e ai fenomeni di nudismo.

Queste, nel complesso, le segnalazioni più numerose raccolte tra giugno e settembre dal Numero Verde 800.894.500 per la segnalazione dei reati del mare e reati ambientali sul demanio marittimo, istituito dall’Assessorato al Demanio e Patrimonio, Sezione Demanio e Patrimonio, Servizio Demanio Marittimo della Regione Puglia e gestito dalle Associazioni Rangers d'Italia Sezione Puglia, dal Coordinamento Regionale delle Guardie di FareAmbiente e dal Gruppo Ripalta Area Protetta (Gruppo R.A.P.), federato alla Federazione Nazionale Pro Natura.

Diversi canali di interazione attivati per consentire ai cittadini di effettuare le proprie segnalazioni: dal call center specializzato che ha accolto e varato le segnalazioni per filtrarle alle autorità competenti, al sito web, l'indirizzo mail fino a, novità di quest'anno, servirsi di una applicazione per Android ed Apple.