Sospensione del mutuo per 18 mesi: chi può e come richiederla

Il 'Cura Italia' prevede la possibilità per alcune categorie di lavoratori (ed a determinate condizioni) di ottenere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo fino a 18 mesi

Il decreto 'Cura Italia', varato lo scorso 16 marzo, prevede la possibilità di sospendere le rate del mutuo per 18 mesi a chi ha subito una sospensione dal laovoro o una riduzione dell'orario di lavoro ma anche per i lavoratori autonomi o liberi professionisti che autocertificano di aver registrato, nel trimestre successivo al 21 febbraio 2020, un  calo del proprio fatturato superiore al 33% rispetto al fatturato dell'ultimo trimestre del 2019.

La sospensione può essere per un massimo di 18 mesi e deve riguardare il finanziamento per l'acquisto della prima casa (con un importo non superiore a 250.000 euro).

E' inoltre necessario che il mutuo sia in ammortamento da almeno un anno al momento della presentazione della domanda.

Sospensione del mutuo per 18 mesi - Requisiti

- aver perso il lavoro, essersi visti cessare il rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato o parasubordinato, quello di rappresentanza o agenzia

- essere stati sospesi dal lavoro o avere avuto una riduzione dell'orario per un periodo di almeno 1 mese

- morte o handicap di invalidità civile non inferiore all'80%

- lavoratori autonomi o liberi professionisti che nell'ultimo trimestre hanno avuto un calo di fatturato del 33% rispetto a quello realizzato nell'ultimo trimestre 2019

La domanda dovrà essere effettuata attraverso un apposito modulo che il Consap non ha ancora predisposto perchè si è in attesa del decreto attuativo.

Si applicherà ai mutui a tasso fisso, variabile, misto, alla surroga, ai mutui cartolarizzati ed ai prestiti di credito al consumo o finalizzati (con durata di almeno 24 mesi).

Sarà infatti il Fondo di solidarietà a pagare alla Banca il tasso applicato al mutuo con esclusione della componente 'spread'. 

Prima di avere una risposta, positiva o negativa, dovrebbero trascorrere circa 25 giorni.

La domanda verrà respinta se colui che la richiede usufruisce già di agevolazioni pubbliche o ha stipulato una assicurazione a copertura del rischio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento