7 oggetti da non lavare mai in lavastoviglie: cosa e perchè

Le alte temperature o la forza del lavaggio possono rovinare alcuni metariali: ecco perchè è importante procedere con il lavaggio a mano. Scopriamo quali sono questi materiali


La lavastoviglie è fuori discussione che sia un elettrodomestico ormai indispensabile per risparmiare tempo nelle faccende domestiche e denaro in bolleta. Ma sapete che non tutte le stoviglie possono essere lavate in questo modo?. Alcuni materiali, infatti, possono rovinarsi a causa delle temperature molto alte o della forza del lavaggio e, dunque, dobbiamo necessariamente procedere con il lavaggio a mano. Quali sono questi materiali? Vediamo insieme i più comuni.

Bicchieri di cristallo

Preziosi ed eleganti, usati nelle occasioni importanti. Nella lavastoviglie rischiano di rompersi, essendo tanto belli quanto fragili. Bisogna lavarli in modo più delicato possibile, utilizzando una spugna morbida e non esagerando con lo sfregamento. Se volete renderli assolutamente brillanti non dimenticate di usare acqua molto calda e di asciugarli con un panno morbido appena finito di lavarli.

Cucchiaio di legno e mattarello

Per girare la pasta, per amalgamare i soffritti, per mescolare zuppe e minestre, il cucchiaio di legno è uno dei nostri alleati più fidati in cucina. Così come il mattarello, essenziale per stendere con cura gli impasti. È consigliabile però lavare anche loro a mano se si vuole essere sicuri di non rovinarli. Basta avere cura di utilizzare la parte morbida della spugnetta proprio a causa della delicatezza del materiale. Entrando in contatto con molti odori che possono penetrare nel legno, può essere buona norma lavarli con acqua non troppo calda, che rischierebbe di renderli ancora più forti.

Tagliere di legno

In lavastoviglie rischia di riempirsi d’acqua, gonfiarsi e rompersi. Per il tagliere in legno valgono tutti i consigli già visti per il cucchiaio, acqua non troppo calda, spugna non troppo ruvida. Cercate di appoggiarlo verticalmente, con più superficie possibile esposta all’aria, di modo che si asciughi in modo omogeneo senza restare troppo tempo a contatto con l’umidità.

Grattugia

Il formaggio che rimane incastrato nei fori della grattugia non va da nessuna parte nella lavastoviglie, anzi, con l’acqua si cementifica ancora di più. Un grande alleato è lo scovolino, che passo nei buchi più grandi per liberarli completamente. Completate il lavaggio con una paglietta, perché le spugne potrebbero venire danneggiate dalle superfici irregolari e taglienti.

Piatti decorati

Le decorazioni antiche sono molto delicate ed è meglio evitare di metterle in lavastoviglie. Un getto d’acqua particolarmente forte, una temperatura molto elevata o un gesto molto vigoroso con le mani potrebbero mettere a rischio l’estetica di questi oggetti preziosi. Utilizzate la parte morbida della spugnetta con tanta delicatezza.

Coltelli di qualità

Usati per sfilettare il pesce e in generale per compiere operazioni che richiedano un taglio perfetto. Lavateli sempre a mano, infatti il filo è molto delicato e basta uno scontro accidentale con altre posate per rovinarlo. Per rendere splendenti i coltelli di alta qualità utilizzate acqua molto calda e puliteli bene con una spugna non eccessivamente rigida. Il rischio è quello di rovinarla a causa dell’affilatezza della lama. Come procedere quindi? Se hanno un unico bordo tagliente, ripiegate la spugnetta a libro e passatela sulla lama lasciando libero il lato affilato. Se invece sono a doppio taglio, passate la spugnetta “di piatto” su ogni lato. 

Coltelli in ceramica

Non fatevi ingannare dalla loro durezza. Meritano una cura e una delicatezza ancora superiori poiché possono rompersi con estrema facilità in caso di urto, perciò prestate attenzione non solo nel pulirli ma anche nel riporli ad asciugare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commando assalta tir pieno di prodotti alimentari e sequestra autista: caccia ai malviventi

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Lutto nel mondo dello spettacolo: è morta Matilde Lomaglio, volto barese della tv negli anni '80

  • Stroncato dal coronavirus a 44 anni: l'addio di amici e colleghi per Luca Tarquinio Coletta, 'gigante buono' della Multiservizi

  • "I non residenti lascino casa per i controlli", nei condomini di Bari numerosi manifesti truffa: indaga la Polizia

  • Come proteggersi dal contagio del ''Coronavirus'': le mascherine, i disinfettanti e le abitudini igieniche

Torna su
BariToday è in caricamento