Le tecniche di studio per avere successo alle interrogazioni

Ti suggeriamo delle vere e proprie tecniche per memorizzare velocemente e migliorare il tuo studio

La scuola è iniziata da circa più di un mese ed è già tempo di compiti in classe e di interrogazioni. Come studiare al meglio? Esistono delle vere e proprie tecniche di studio, cioé metodologie messe a punto da team di scienziati o veri e propri guru della memorizzazione per aiutarti ad avere successo a scuola.

Come avere successo alle interrogazioni

Gli esperti avvertono: per avere buoni risultati a scuola studiare, anche tantissimo, non basta. E' necessario, invece, studiare in modo efficace e per farlo la prima cosa da fare quando si apre il libro, indipendentemente dalla materia, è pensare: sembra una cosa scontata, ma non è affatto così perché quando si studia pensare​ significa rielaborare le informazioni e riuscire a metterle in un posto del cervello da cui – quando serve – possano essere recuperate.

Come studiare 

Ecco come studiare in maniera efficace in 4 semplici step:

1) Sottolineare – quando si studia sottolineare  significa mettere in evidenza le informazioni più importanti. E’ quindi necessario pensare mentre si legge il testo, per capire quali sono le cose che vanno ricordate: sarà importante individuare – ad esempio – la concatenazione di causa/effettose si tratta di chimica; la sequenza degli eventi per la storia; la struttura/costruzione del testo nelle lingue. In base alla materia, cioè, è necessario avere un obiettivo preciso ed evidenziare le informazioni che portano al raggiungimento di quell’obiettivo.

Attenzione: in linea di principio per sottolineare in maniera efficace è necessario dare una prima lettura per cogliere il senso del testo e quindi rileggere procedendo ad evidenziare le informazioni importanti. Se però le pagine da studiare sono davvero molte, è preferibile mettere un breve segno (un asterisco, una freccetta, una parentesi) vicino alle informazioni che risultano subito rilevanti.   

Cosa non fare  è evidente che sottolineare tutto non solo è inutile, ma anche controproducente: infatti tutto tornerebbe ad essere un marasma di informazioni. Allo stesso modo sottolineare pochissimo significa non immagazzinare informazioni sufficienti a conoscere l’argomento.

2) Prendere appunti – gli appunti sono annotazioni essenziali e schematiche. Quando si studia un testo, prendere appunti significa mettere assieme il massimo numero di informazioni con il minor numero di parole.

Scrivere appunti dopo aver letto/sottolineato un testo, significa strutturare le informazioni più rilevanti dando loro una consequenzialità. Per farlo è dunque – ancora una volta – necessario pensare, ma ad un gradino superiore: oltre ad individuare lo scopo dello studio, il cervello deve rielaborare come raggiungere l'obiettivo.

Attenzione: quando si scrivono gli appunti sono essenziali le definizioni cioè parole con significati specifici e termini tecnici in grado di sintetizzare concetti che diversamente risulterebbe molto complicato o richiederebbe molto tempo  esprimere.

Cosa non fare Non si devono copiare interi brani né gli appunti dei compagni, anche di quelli con i voti più alti. Copiare, infatti, azzera il lavoro di rielaborazione del cervello e, quindi, non serve a nulla.        

3) Schematizzare - schema viene da una parola greca che significa “forma”. Fare uno schema significa organizzare le informazioni in una forma immediatamente percepibile dal nostro cervello. E’ quindi un passo ulteriore nell'elaborazionedelle informazioni più importanti.

Esistono moltissimi tipi di schema e il loro utilizzo non può essere casuale: ad esempio

  • lo schema a piramide aiuta a ricordare una gerarchia di eventi o persone,
  • lo schema a margherita (o a corollario) consente di focalizzare le conseguenze di un fatto o lo sviluppo di una dinastia,
  • lo schema ad albero permette di visualizzare lo sviluppo di concetti  ed idee     

4) Ripetere - per quanto noioso e faticoso, sempre e comunque, studiare con costanza e ripetere – possibilmente a voce alta e almeno con un compagno - è l’attività che consente di raggiungere i migliori risultati  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato a colpi di pistola tra i vicoli di Triggiano: pregiudicato 36enne ferito

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • "Dove si colloca l'Iran nel globo?" E gli americani indicano la Puglia: i risultati (tutti da ridere) del sondaggio

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

Torna su
BariToday è in caricamento