Crisi Cassa Prestanza, il centrodestra presenta esposto in Procura: "Il Comune dia risposte"

A presentarlo, stamane, davanti al Tribunale di piazza De Nicola, l'avvocato e parlamentare di Forza Italia Francesco Paolo Sisto e il consigliere comunale, Giuseppe Carrieri

Un esposto alla Corte dei Conti, alla Procura e all'Ordine degli Avvocati per chiedere chiarimenti sulle difficoltà della Cassa Prestanza del Comune di Bari. A presentarlo, stamane, davanti al Tribunale di piazza De Nicola, l'avvocato e parlamentare di Forza Italia Francesco Paolo Sisto e il consigliere comunale di centrodestra, Giuseppe Carrieri, i quali hanno anche avviato una raccolta firme per sensibilizzare i cittadini.

La questione Cassa Prestanza

La vicenda coinvolge circa 1300 ex dipendenti di Palazzo di Città che per decenni hanno versato il 3% dei loro stipendi all'Ente con l'obiettivo di ricevere una consistente buonuscita al momento della pensione. Negli ultimi anni, però, la situazione della Cassa è peggiorata a causa delle numerose liquidazioni da erogare (in alcuni casi anche da 45mila euro) e il blocco del contributo comunale dal 2016, acuita dallo stop al versamento della quota dei lavoratori dallo scorso novembre. Tutto ciò ha provocato le proteste da parte dei pensionati che devono ancora ricevere la buonuscita. Nei giorni scorsi il sindaco Antonio Decaro, nel corso di un incontro con gli ex lavoratori in cui si parlava di eventuali ricorsi per via giudiziaria da parte loro, ha utilizzato il termine 'avvocato scemo' riferendosi alla possibilità del Comune di avvalersi di un legale nell'eventuale causa. Dopo le polemiche scaturite immediatamente, Decaro aveva chiarito la scelta dell'espressione colorita: "Il Comune non ha nessun intenzione a portare avanti una battaglia legale contro i suoi stessi dipendenti che hanno maturato diritti".

Carrieri: "Inaccettabile dare dello scemo a un avvocato"

Le opposizioni hanno stigmatizzato le parole del primo cittadino. A distanza di qualche settimana, invece, l'iniziativa di Sisto e Carrieri: "E' un problema che va avanti da troppo tempo - spiega quest'ultimo -  Non ci piace assolutamente la soluzione che il sindaco ha prospettato, quella di trovare un avvocato scemo che difenda per finta il Comune di modo che la causa possa essere vinta dai dipendenti e con i soldi di Palazzo di Città a ripianare la Cassa. E non ci piace che dopo mesi non sia stato fatto nulla, con il presidente e il cda della Cassa ancora lì. Decaro aveva promesso di nominare un consulente esterno per verificare i conti. Non è accettabile - conclude Carrieri - che un sindaco dia dello scemo a un avvocato. Vogliamo evitare che con il protrarsi del tempo la patata bollente arrivi nelle mani del nuovo sindaco".

Sisto: "Corte dei Conti valuti i fatti"

Anche l'onorevole Sisto chiede interventi al più presto: "Mi stupisce - ha affermato il deputato - che non vi siano state iniziative puntuali e immediate da parte del Consiglio dell'Ordine. Avevo parlato con il presidente Stefanì il quale mi aveva garantito un intervento immediato. Soltanto ipotizzare di scegliere un avvocato perché più scemo di altri implica una sensibilità irreparabile. Se quest'offesa avviene pubblicamente, da colui che è deputato della tutela della legalità e dell'immagine di una città, è particolarmente grave. La gravità è rincarata dal fatto di dare l'impressione di poter disporre degli esiti di un giudizio e addirittura di ipotizzare che il comune possa essere acquiescente a una sentenza sfavorevole.  Nell'esposto - puntualizza Sisto - chiediamo che ci sia una presa di posizione dell'Ordine e che i fatti siano anche oggetto di valutazione equilibrata da parte della Procura della Corte dei Conti".

Questione Primarie del Centrodestra

Sollecitato sulla questione delle Primarie del centrodestra per la scelta del candidato sindaco alle Comunali di Bari 2019, Sisto non ha voluto commentare le indiscrezioni apparse su il 'Corriere del Mezzogiorno' che vedrebbero Forza Italia appoggiare Pasquale Di Rella nella contesa del prossimo 17 febbraio: "Abbiamo convocato una conferenza stampa per oggi pomeriggio (alle 17 in un hotel del centro, ndr) per dichiarare la nostra discesa in campo, con un solo proposito, vincere. Si tratta di una scelta molto ponderata e motivata, per restituire a Bari un'amministrazione della città e non di pochi sulla città".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • ho letto del problema cassa prestanza guarda caso scoppiato in prossimità di fine mandato. certo che quando si lasciano dei soldini questi devono venir fuori. Il problema del perchè questo viene messo in evidenza solo a fine mandato ? certo fare causa ha dei costi! ritengo che bisogna andare con i piedi di piombo....!

Notizie di oggi

  • Sport

    Serie D - Avellino-Bari 1-0: De Vena punisce i galletti, sfuma il sogno Scudetto

  • Attualità

    In arrivo da Mosca per le celebrazioni in onore di San Nicola: Bari si prepara ad accogliere i pellegrini ortodossi

  • Sport

    Di corsa contro il cancro al seno: in centro l'onda rosa della 'Race for The Cure'

  • Cronaca

    Disastro aereo Atr72, la rabbia dei familiari delle vittime: "No alla richiesta di grazia per i responsabili"

I più letti della settimana

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri: 32 arresti a Modugno

  • Pesciolini d'argento in casa: cosa sono e come difendersi

  • Operazione antidroga a Modugno: i nomi degli arrestati

  • Traffico di droga sull'asse Verona-Bari: colpita 'cellula' del clan Di Cosola, 19 arresti

  • Una bottega gourmet aperta dalla colazione alla cena: in centro arriva 'RossoTono'

  • Approvato il piano assunzionale 2019 in Regione: previsti 416 nuovi contratti

Torna su
BariToday è in caricamento