Cassano all'Arpal, il centrodestra attacca Emiliano: "Incarico illegittimo, sia rimosso"

Netta la richiesta dei consiglieri regionali di Direzione Italia e Forza Italia: "Nostra mozione presentata due mesi fa, Emiliano continua a scappare di fronte a un problema serio"

Via Massimo Cassano dalla presidenza dell'Arpal, l'Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro. I consiglieri regionali di Direzione Italia e Forza Italia tornano a chiedere al governatore Emiliano la rimozione dall'incarico dell'ex sottosegretario al lavoro.

La richiesta è stata al centro di una conferenza stampa convocata questa mattina dagli esponenti di centrodestra (Nino Marmo, Ignazio Zullo, Francesco Ventola, Giannicola De Leonardis, Domenico Damascelli, Francesca Franzoso, Renato Perrini) per i quali è necessario "rimuovere Cassano e attribuire quel ruolo a una persona competente, che vive i temi del lavoro e della occupazione di chi cerca lavoro con molta preoccupazione". 

"La mozione presentata due mesi fa - ha aggiunto Francesco Ventola, consigliere regionale e coordinatore regionale di Direzione Italia - non viene discussa in Consiglio regionale: di fatto, Emiliano continua a scappare di fronte a un problema serio". "Cassano - ha proseguito - continua a utilizzare questo ruolo istituzionale a fini elettorali in giro per la Puglia con il titolo di commissario straordinario dell'Arpal e questa è una vergona. Inoltre, non si stanno facendo i lavori per cui e' nata l'Arpal, cioe' organizzare i centri territoriali per l'impiego e i servizi per i cittadini. Emiliano scappa e questo riempie di vergogna la nostra Puglia".

Nino Marmo, presidente del gruppo consiliare di FI, ha sottolineato come la carica non sia contemplata dalla "legge istitutiva dell'Arpal che prevede soltanto il direttore generale", attaccando il presidente di Regione accusato di essere "il primo a disattendere la normativa regionale" e puntando il dito contro "questo continuo raccattare soggetti da destra, sinistra, centro, dovunque gli riesce per accrescere la propria schiera di adepti e per fare in modo che tutto miri a potenziare la sua presenza in Regione e anche per le prossime regionali".
.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Da Bari vasta operazione antimafia: scacco matto a due pericolosi gruppi criminali nigeriani, decine di arresti

Torna su
BariToday è in caricamento