Post-comunali nel centrodestra, volano gli stracci. Sisto attacca Di Rella: "Candidato ombra di se stesso"

Il parlamentare di Forza Italia, in un messaggio, analizza le cause del netto flop della coalizione: "Il 'fenomeno(?) Di Rella' ha avuto un evidente effetto depressivo sulla intera coalizione"

Dopo la pesante sconfitta alle Comunali di domenica scorsa, è ancora alta tensione nel centrodestra a seguito del risultato estremamente negativo della coalizione guidata da Pasquale Di Rella, premiato solo col 24% delle preferenze a fronte del 66% di Antonio Decaro: Francesco Paolo Sisto, deputato barese di Forza Italia, in un lungo post su Facebook, critica Di Rella, definendolo, con tanto di citazione di Italo Calvino, il 'candidato inesistente'.

Sisto spiega i retroscena che avrebbero portato alle primarie: "Volevamo il candidato unitario, e c’eravamo riusciti con il prof. Filograno - scrive - . Poi qualcuno, che voleva portare Cassano o altri , lo ha fatto saltare con pretesti vari: e le primarie sono state inevitabili , scegliendo il civico che poi le ha vinte, e alla grande. Quello stesso civico che poi, inspiegabilmente, per ora, è, 'pufff!', sparito, lasciando a Decaro il palcoscenico per monologhi senza limiti e copione, letali per una competizione in cui 'comunicare è essere'. Ma la sorpresa più amara di questo candidato sindaco 'ombra di se stesso' sono state le liste: dai trionfali propositi e previsioni , al desolante flop di consensi e appeal .Un disastro, non annunciato..." aggiunge il parlamentare.

Quindi, Sisto analizza i risultati di Europee e Amministrative a Bari: "Il 'fenomeno(?) Di Rella' ha avuto - sostiene - un evidente effetto depressivo sulla intera coalizione di centrodestra. La Lega che ha ottenuto il 26% circa alle europee, si è fermata a poco più del 9% a Bari; Forza Italia, analogamente, dall’ 11% circa a poco meno del 4%: la mancata presenza (“ma chi è Di Rella ?”, si interrogavano i baresi nostri ) del competitor di Antonio Decaro ha avuto efficienza causale primaria in tale differenza, altrimenti inspiegabile".

Di Rella: "Querelo chiunque si permetta di diffamarmi"

Pasquale DI Rella non ha risposto direttamente a Sisto ma, attraverso un post su Facebook, ha annunciato la sua posizione futura, dopo le polemiche di questi giorni, con due messaggi chiari: "Da oggi non polemizzo più. Querelo CHIUNQUE (sic) si permetta di diffamarmi. Anche a mezzo stampa e social”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il 'paziente 1' in Puglia: era tornato dalla Lombardia, ora è in isolamento in ospedale

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • A Santa Caterina apre il nuovo Parco Commerciale: dal 28 febbraio l'inaugurazione dei primi maxi store

Torna su
BariToday è in caricamento