Dopo il voto in Sicilia il centrodestra guarda a Politiche e Comunali '19: "Resettare la città"

Le opposizioni: "C'è il dovere di ricompattarsi e offrire alla Città di Bari un candidato Sindaco condiviso, non qualche mese prima delle elezioni ma iniziando a ragionare fin da adesso"

La vittoria di Nello Musumeci alle elezioni Regionali in Sicilia ha generato ottimismo nel centrodestra nazionale e in quello pugliese in vista delle Politiche 2018 e delle scadenze amministrative del 2019. L'opposizione a Palazzo di Città guarda già alle Comunali che si solgeranno tra poco più di un anno e mezzo: "Il centrodestra barese, anche alla luce dei risultati siciliani - afferma Fabio Romito (Di - Misto) - ha il dovere di ricompattarsi e offrire alla Città di Bari un candidato Sindaco condiviso, non qualche mese prima delle elezioni ma iniziando a ragionare fin da adesso.  La città, sfibrata dall'amministrazione Emiliano prima, Decaro poi ha bisogno di un reset completo, di una nuova era politica che le faccia abbandonare la mediocrità che ha caratterizzato i 13 anni di centrosinistra. Dal Sindaco ai candidati Presidenti di Municipio, (scelti spesso solo in base al risiko dei partiti senza tener conto della effettiva rappresentatività) è arrivata l'ora di riaccendere le speranze e le ambizioni di una Città che vuole cambiare e che merita un nuovo Sindaco che si dedichi a lei 24 ore al giorno, senza impegni o successive ambizioni nazionali.

“Il netto vantaggio del candidato presidente Nello Musumeci alla guida della Regione Sicilia testimonia che - aggiunge Filippo Melchiorre (FdI) - il centrodestra, unito, viene percepito dai cittadini come una coalizione affidabile e stabile. Fratelli d’Italia.An, il primo partito ad aver proposto e creduto in Musumeci, ha ridato al centrodestra un progetto serio di governo, quello di una destra credibile, competente e onesta. Tutto merito del lavoro certosino  e faticoso portato avanti in questi anni a livello nazionale da Giorgia Meloni e da tutta la classe dirigente di Fratelli d’Italia – An presente in ogni regione. Partiamo dal modello Sicilia, per tornare a governare l’Italia, la Puglia e Bari". Concorde anche Carrieri (Lega): "Vince il centrodestra in Sicilia - afferma - perchè si occupa dei guasti dei governi di centrosinistra, come ad esempio in Puglia, dove c'è un problema occupazione, come testimoniato dalle situazioni degli operai della ex Om Carrelli, dei lavoratori del teatro Petruzzelli e delle oltre 60 maestranze dell’officina di manutenzione di Bari delle Ferrovie Sud Est, che fra poche settimane verrà chiusa per trasferire tutte le attività a Taranto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

Torna su
BariToday è in caricamento