Primarie Centrodestra Comunali 2019, Bellomo conferma la candidatura: "Nessun passo indietro"

L'esponente di Nci-Di smentisce le voci che ne prefiguravano il ritiro "per proteggere il seggio" del Senato della sua compagna Carmela Minuto da un ricorso presentato da Michele Boccardi

Nessun passo indietro e la conferma che il 24 febbraio, per le Primarie del centrodestra che designeranno il candidato della coalizione a sindaco di Bari, ci sarà anche lui: Davide Bellomo, esponente sostenuto da Nci-Di, ha ribadito, attraverso una nota, la sua partecipazione alla consultazione smentendo in una nota "le illazioni in merito ad un ipotetico accordo" per "proteggere il seggio della mia compagna, la senatrice Carmela Minuto", eletta con Forza Italia in Puglia alle scorse Politiche di marzo. Bellomo afferma che "l’idea di sospettare di una regia per la quale io abdicherei, in favore del candidato della Lega, appartiene a coloro che tale stratagemma lo hanno pensato. Sarà il Senato a decretare chi ha diritto a ricoprire quel seggio e non certo un mio passo indietro; pertanto reputo questo sinallagma tra le due questioni del tutto fuorviante". Bellomo si riferisce al ricorso presentato da Michele Boccardi (Fi) che sarà dalla Giunta del Senato: il definitivo ricalcolo dei resti, sancito dalla Corte d'Appello di Bari lo scorso 22 marzo, aveva infatti premiato l'esponente molfettese a svantaggio di Boccardi.

"Concorrerò alla competizione delle primarie per la carica di Sindaco al Comune di Bari - ha quindi confermato Bellomo -.  Ho già raccolto le firme per la mia candidatura. Dopo 15 anni di malgoverno di centrosinistra ora è tempo di cambiare. Bari necessità di una nuova progettualità e di risposte concrete ai tanti problemi che non sono stati risolti o che questa amministrazione non hanno voluto risolvere".

Bellomo interviene anche sulla proposta del governatore Michele Emiliano di organizzare le primarie del centrosinistra in Puglia per le Regionali 2020 il prossimo 24 febbraio, lo stesso giorno deciso per le primarie di centrodestra: "Una caduta di stile che non può passare inosservata - afferma - Evidentemente teme la coalizione di centrodestra e tenta di oscurare la scena politica avversaria. Emiliano utilizzi il 'no politically correct' per imbrigliare i suoi stessi alleati ed incassare il risultato personale, ma non si permetta di minimizzare i suoi avversari politici.  Pertanto invito Emiliano a fare un passo indietro e fissare una nuova data per la sua investitura. In alternativa suggerisco, all'intera coalizione del centrodestra, di posticipare, di una settimana, le primarie - propone Bellomo - per conferire la giusta visibilità e l’attenzione che l’appuntamento politico merita, contrastando l’artificio messo in atto da Emiliano."

Potrebbe interessarti

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

  • Forno a microonde, quali sono i reali rischi per la salute?

  • ''La Uascèzze''

I più letti della settimana

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Furbetti del cartellino all'ospedale San Giacomo di Monopoli: i nomi dei 13 arrestati

Torna su
BariToday è in caricamento