Figlia di vittima della strage dei treni Andria-Corato si candida alle Comunali: Il manifesto elettorale fa discutere

Daniela Castellano, in corsa per Palazzo di Città con la lista di Forza Italia a sostegno di Pasquale Di Rella, respinge le critiche con un post su Facebook

Foto BariToday

La frase "Mai più. La sicurezza dei cittadini viene prima d'ogni altra cosa" a destra, sullo sfondo della foto che simboleggia il disastro sulla linea Andria-Corato, dalla quale suma il volto di Daniela Castellano, presidente di Astip, l'associazione dei parenti delle vittime della strage del 12 luglio 2016, figlia di Enrico, una delle persone che perse la vita in quel tragico schianto. Fa discutere, sui social, uno dei manifesti elettorali di Castellano, candidata alle Comunali di maggio 2019 nella lista di Forza Italia a sostegno di Pasquale Di Rella.

La notizia, riportata dal quotidiano Repubblica-Bari, ha scatenato polemiche tra chi definisce non opportuna la scelta grafica del manifesto o la discesa in campo di Castellano. La presidente di Astip, attraverso il suo profilo Facebook, ha respinto le critiche: "E' più discutibile la mia candidatura - scrive in un post - o la deroga della concessione che ha consesso la Regione Puglia (Pd) a Ferrotramviaria, nonostante sia imputata con i suoi alti vertici nel processo per disastro ferroviario del 12 luglio 2016?"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Rissa in strada al Libertà, intervengono le Forze dell'ordine: "Bottiglie di vetro usate come armi"

  • Furto notturno nella stazione di servizio: ladri in fuga dalla polizia si schiantano contro recinzione

Torna su
BariToday è in caricamento