Elezioni Municipio 4, la parola ai candidati presidenti: intervista a Vito Saliano

Tre domande agli aspiranti presidenti dei Municipi: Vito Saliano è in corsa per il Movimento 5 Stelle nel Municipio che riunisce i quartieri di Carbonara, Ceglie, Loseto e Santa Rita

In vista delle elezioni amministrative del 26 maggio, Baritoday intervista i candidati alla presidenza dei cinque Municipi. Un modo per conoscerli più da vicino e farci raccontare le loro priorità per il territorio. Per il Municipio 4, è la volta di Vito Saliano, candidato del Movimento 5 Stelle.

Si presenti, brevemente. Quali sono le ragioni della sua candidatura?

Sono Vito Saliano, ho 58 anni e ho conseguito il diploma in Aspirante direttore di macchine all’Istituto Tecnico Nautico “Francesco Caracciolo” di Bari. Ho deciso di candidarmi a Presidente del Municipio 4 per ridare dignità ad un territorio fino ad oggi governato da coalizioni attente solo a non far arrabbiare il Sindaco di turno e che nulla hanno fatto per riqualificare i nostri quartieri, ricchi di storia e tradizioni, sempre più lontani dal centro città.

Tre priorità da perseguire per il suo Municipio

Le tre priorità da cui voglio ripartire sono racchiuse in alcune delle proposte già depositate in questi anni da Consigliere ed ignorate dall’uscente amministrazione di centrosinistra: ambiente, trasporto pubblico e decentramento amministrativo.

L’ambiente è uno dei tasti dolenti del Municipio 4, sia per la definizione attribuitaci dalle cronache locali “la terra dei fuochi di Bari” sia per l’assenza di verde pubblico. In questi anni abbiamo effettuato costanti sopralluoghi nelle campagne e denunciato a tutti gli organi competenti amianto abbandonato e cumuli di rifiuti pronti per essere dati alle fiamme. Abbiamo più volte richiesto maggiori controlli anche tramite foto trappole per individuare i criminali ambientali ma poco o nulla è stato fatto. Intervenire in tal senso, quindi, sarà prioritario durante il mio mandato così come la riqualificazione di aree abbandonate, come l’Aia di Cristo a Ceglie del Campo, in parchi e in aree di sgambamento per cani, al fine di rispondere alle esigenze di mamme, ragazzi e proprietari dei nostri amici a 4 zampe.

Per quanto riguarda il trasporto pubblico, il nostro obiettivo è istituire delle circolari che possano garantire gli spostamenti all’interno del Municipio e potenziare linee come il 4 o l’11 che rappresentano veri e propri viaggi della speranza per i nostri pendolari.

In ultimo, ma non per importanza, il Decentramento amministrativo. L’attribuzione delle funzioni proprie ai Municipi in tema di welfare, lavori pubblici, cultura e sport, e un vero Bilancio Partecipato, che permetta ai cittadini di indicare le priorità su cui intervenire, possono rappresentare in un territorio come il nostro, con comitati sempre attenti alla questione autonomistica, la risposta alla maggior parte dei nostri problemi. In questi anni abbiamo assistito a commissioni e consigli di Municipio chiamati ad esprimere pareri obbligatori ma non vincolanti, atti dovuti che ben rappresentano il nulla prodotto vista l’assenza del Decentramento. Infatti, anche quando era il Municipio a proporre qualcosa al Comune, questa decisione non era vincolante per il Sindaco che poteva decidere se accontentarci o meno.

L'esperienza amministrativa che sta per concludersi, la prima per i Municipi, ha di fatto messo in luce problemi legati al loro funzionamento. Che cosa manca ai Municipi per renderli realmente in grado di incidere sul territorio e sulla vita dei cittadini?

Senza ombra di dubbio l’attuazione di un vero Decentramento Amministrativo, per le ragioni che ho prima esposto, ma soprattutto una forza politica che guardi all’interesse del territorio e non a quello del Sindaco.

Potrebbe interessarti

  • ''U scazzecappetìte'': sapete cos'è?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • 7 consigli per eliminare il cattivo odore delle ascelle

  • Forno a microonde, quali sono i reali rischi per la salute?

I più letti della settimana

  • Si sottopone a operazione per dimagrire, madre 35enne muore dopo bendaggio gastrico alla clinica Mater Dei

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Dal gioco d'azzardo alle estorsioni agli imprenditori: la mappa dei racket dei clan in città

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Furbetti del cartellino all'ospedale San Giacomo di Monopoli: i nomi dei 13 arrestati

Torna su
BariToday è in caricamento