"Rinnovi e nuove nomine in Città Metropolitana per premiare l'appartenenza politica", Carrieri attacca Decaro

Il consigliere e candidato di Forza Italia a Palazzo di Città in una nota: "Modo di amministrare la cosa pubblica spavaldo e senza ritegno"

"Rinnovi e nuove nomine" tra gli organismi della Città Metropolitana di Bari a poche settimane dalle elezioni comunali del 26 maggio. La denuncia arriva dal consigliere comunale di Forza Italia, Giuseppe Carrieri, il quale critica il sindaco metropolitano e candidato per un secondo mandato Antonio Decaro: "Qualche giorno fa, poco prima della presentazione delle liste elettorali - sostiene Carrieri - é stato ufficializzato un bel pacchetto di nuove nomine fatte in alcuni nuclei di valutazione, in nessun modo precedute da una qualche procedura a evidenza pubblica e in nessun modo effettuate su basi meritocratiche".

Per Carrieri sono 4 le nuove nomine: "Al nucleo di controllo strategico della Cittá Metropolitana Manuela Magistro, nella scorsa tornata elettorale candidata al Comune di Bari con Forza Italia, e ora arruolata con Decaro e candidata in una delle sue liste a sostegno; Giuseppina Tagliarini,  vicina all'onorevole Lacarra e quindi al Presidente del Consiglio Comunale Cavone, anche lui impegnato nella campagna elettorale per Decaro; Maria Grazia Bruzzese, molto vicina ai dirigenti baresi dell'UDC, che hanno dato pubblicamente sostegno a Decaro, inserendo alcuni candidati nelle liste che lo appoggiano.  Al nucleo di valutazione dei dirigenti della Cittá Metropolitana" invece, "Giovanni Pennisi, anche egli - afferma Carrieri - vicino al Presidente del Consiglio Comunale Cavone".

Secondo l'esponente candidato al Comune con Forza Italia, si tratterebbe di un "modo di amministrare la cosa pubblica spavaldo e senza ritegno, che viene coperto da canzonette, qualche lacrima e video nei quali si chiede ai Cittadini di consentirgli di non lasciare a metá questa occupazione seriale di incarichi pubblici. Vedremo, quindi, come questo modo - sostiene Carrieri - clientelare di gestire le istituzioni, sará valutato dai cittadini e se si riterrá di premiare ancora una volta chi (Decaro) al merito e alla competenza, sostituisce l'appartenenza politica, per soddisfare personali esigenze elettorali a spese dei cittadini/contribuenti."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento