'Tour' tra le sedi degli uffici giudiziari, Carrieri: "Situazione che certifica fallimento amministrativo del centrosinistra"

Nota del candidato consigliere di Forza Italia sulla situazione dell'edilizia giudiziaria barese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Un tour allucinante quello organizzato stamane dalla Camera Penale di Bari e al quale ho voluto  partecipare. Una visita dei vari Uffici Giudiziari sparsi tra Bari, Bitonto e Modugno, che certifica il fallimento (anche da questo punto di vista) dell'azione amministrativa  dei governi comunali e nazionali di centrosinistra degli ultimi 15 anni. Uffici disastrati e assolutamente inefficienti, indegni di un capoluogo di Regione.  La possibile soluzione? La sede unica degli uffici giudiziari, da costruire -in Cittá- su suolo pubblico, attraverso una legge speciale (approvata con iter urgente e finanziata anche con fondi comunitari) che possa derogare gli ostacoli della burocrazia italiana nominando un commissario straordinario per tutte le questioni. Nel more della costruzione peró, il recupero di una serie di immobili pubblici (ex tribunale militare, circolo ufficiali, etc) che sempre il Commissario Straordinario puó essere delegato a ristrutturare e rifunzionalizzare con una spesa ben piú limitata. Inoltre  la realizzazione del secondo palazzo di giustizia in Via della Carboneria, la cui progettazione definitiva é giá costata 6 milioni alle casse comunali. Un palazzo che puó essere costruito in 36 mesi (sempre dal Commissario Straordinario) e che - se un giorno mai si realizzerà  la sede unica- potrá essere destinato (eventualmente) ad altre finalitá pubbliche (sede unica  degli uffici comunali). Tutto il resto appare fuffa, inutili protocolli e consuete  perdite di tempo che francamente sono diventate altamente irritanti.

I più letti
Torna su
BariToday è in caricamento