Palazzo di Città, nuove regole per i dipendenti: "Vietato criticare il Comune sui social"

Approvato dalla Giunta il nuovo regolamento: proibiti giudizi negativi sull'Ente da parte di lavoratori e dirigenti. Disposizioni più stringenti anche sui cartellini: sarà vietato andare a parcheggiare l'auto dopo la marcatura del badge

Non solo "rispetto dei doveri" di lealtà, imparzialità e cura dell'interesse pubbliche, ma critiche vietate sui social network per i dipendenti comunali nei confronti dell'ente per cui lavorano: sono solo alcuni dei punti salienti del nuovo regolamento approvato dalla Giunta cittadina sui rapporti tra Palazzo di Città e i suoi dipendenti, anche alla luce di una società che cambia, sempre più connessa e pubblica. Sarà dunque proibito esprimere giudizi negativi sull'operato dell'Ente "che possano recare danno allo stesso" si legge nelle disposizioni. 

Il regolamento, tra le altre cose, prevede anche precise disposizioni sui turni di lavoro e la marcatura del badge, per evitare i 'furbetti': il dipendente, infatti, dopo aver timbrato il cartellino, "non potrà allontanarsi per parcheggiare il mezzo di trasporto utilizzato per andare a lavorare". Vietato anche accettare regali di valore superiore ai 100 euro: in caso contrario dovranno essere comunicati e condivisi con il Comune. Il regolamento, inoltre, non permetterà ai dipendenti di effettuare incontri di lavoro nella propria abitazione o in uffici diversi da quelli istituzionali. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Aggredito un 20enne vicino alla stazione, minacciato con un coltello

    • Cronaca

      A Medicina arriva 'Anatomage': alla scoperta del corpo umano su cadaveri ricostruiti in 3d

    • Cronaca

      La terra trema in Puglia: scosse di magnitudo 4 fino al confine tra Bari e Bat

    • Cronaca

      Modella morta dopo l'escursione, per l'autopsia è colpa di un'infezione

    I più letti della settimana

    • Loizzo sposa la causa dei lavoratori: "Bisognerebbe chiudere i negozi il 25 aprile e il primo maggio"

    • Gestione San Nicola, l'Fc Bari chiede lo stadio per 99 anni. Il Comune: "Sì al confronto"

    • Palazzo di Città, scintille in Commissione Trasparenza tra M5S e Melini

      Torna su
      BariToday è in caricamento