Commiati e ringraziamenti per chiudere (forse) il vecchio Consiglio comunale. Sì al rendiconto di gestione 2018

In aula Dalfino si è svolto il probabile ultimo atto della vecchia consiliatura, in attesa della proclamazione dei nuovi eletti. Nel pomeriggio la cerimonia per il bis di Decaro sindaco

Saluti, ringraziamenti e voti: la probabile (ma non certa) ultima seduta della Consiliatura comunale 2014-2019 ha visto i protagonisti dell'aula Dalfino alle prese con l'approvazione del Rendiconto di Gestione 2018 e altri provvedimenti come debiti fuori bilancio, l'attivazione dell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente da parte del Comune di Bari e una delibera sulla micro mobilità elettrica.

"Ringrazio maggioranza e opposizioni"

Nel mezzo, spazio a discorsi di commiato e saluto, da parte di chi non è stato rieletto e da coloro che continueranno a farne parte con alcuni non ancora certi di sedere tra i banchi dei consiglieri o tra quelli della Giunta-bis, le cui caselle saranno completate forse nella prossima settimana. Il sindaco Antonio Decaro ha voluto ringraziare gli esponenti di maggioranza e opposizione, per un percorso di cinque anni in cui, non sono mancate tensioni e urla in aula: "Non so - ha detto il primo cittadino - se questo sarà l'ultimo Consiglio comunale, perchè quello nuovo sarà proclamato tra qualche giorno, forse tra un mese" per via degli ultimi riconteggi da parte degli uffici elettorali "e potrebbe capitare di essere richiamati per un debito fuori bilancio. In quest'occasione, però, voglio ringraziare tutti i consiglieri che hanno lavorato, ognuno a modo proprio, con verve dialettica o mandando avanti azioni amministrative, sempre al servizio della comunità che abbiamo servito in questi anni".

Il ricordo del sindaco di Rocca di Papa

"Ringrazio la maggioranza - ha rimarcato Decaro - che mi ha permesso di portare avanti il programma, senza cambi di Giunta o crisi. Ringrazio anche i consiglieri di minoranza che hanno verificato il nostro operato, individuando anche degli errori. Faccio un in bocca al lupo a chi rivedrò. Mi dispiace per chi non è stato ri-eletto. La politica si fa con le azioni quotidiane, anche come cittadini semplici e attivi". Decaro, prima delle battute finali della seduta, ha voluto ricordare, con un minuto di silenzio da parte del Consiglio, Emanuele Crestini, il sindaco di Rocca di Papa spirato oggi per le gravi ustioni e ferite riportate nell'esplosione avvenuta il 10 giugno, provocata da una fuga di gas, che ha distrutto la facciata del Municipio.

La lunga giornata in Comune di Antonio Decaro proseguirà alle 16 con la cerimonia di proclamazione a Palazzo di Città, atto ufficiale che consentirà l'avvio del mandato-bis quinquennale, fino al 2024.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Non paga il parcheggiatore abusivo al molo San Nicola, ragazza trova l'auto danneggiata: "Ora basta"

  • Immobili, imprese e pizzerie a Santo Spirito e Bitonto: confiscati beni a pregiudicato

Torna su
BariToday è in caricamento