Consiglio comunale ancora 'bloccato': a vuoto la quarta conferenza dei capigruppo consecutiva

Dopo il flop di lunedì stessa storia anche oggi, nella riunione presieduta, stavolta, dal vicepresidente Pasquale Finocchio. Carrieri: "Istituzioni trascurate". E intanto salta anche la seduta convocata d'urgenza dal presidente Cavone

E sono quattro: è il numero delle sedute consecutive andate a vuoto della Conferenza dei capigruppo del Consiglio comunale di Bari, chiamata a fissare le riunioni ordinarie in aula Dalfino, l'ultima delle quasi è svolta circa 60 giorni fa, a fine dicembre. Dopo il flop di lunedì stessa storia anche oggi, nella riunione presieduta, stavolta, dal vicepresidente Pasquale Finocchio. Macchina consiliare bloccata, dunque, avanti solo con riunioni d'urgenza come quella convocata dal presidente Cavone per oggi pomeriggio, con l'obiettivo di discutere alcuni debiti fuori bilancio. Seduta che, in ogni caso, non si è comunque tenuta per mancanza del numero legale.

Sulla questione interviene ancora il consigliere comunale di Forza Italia, Giuseppe Carrieri: "Perdura l'impossibilitá per Bari di convocare il proprio Consiglio comunale, a causa della continua assenza del PD, del gruppo Maurodinoia e della lista Decaro per Bari. Le istituzioni continuano a essere trascurate e abbandonate da tanti che fra poche settimane con tutti i mezzi cercheranno di essere rivotati dai baresi. Mi auguro che la memoria accompagni gli elettori".

*Ultimo aggiornamento ore 17.30

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

  • Un miliardo di euro e taglio di 800 posti di lavoro: la ricetta di De Bustis per rilanciare la Banca Popolare di Bari

Torna su
BariToday è in caricamento