Botti vietati a Natale e Capodanno, il sindaco firma l'ordinanza

Il divieto sarà valido da oggi fino a tutto il primo gennaio. Le forze dell'ordine potranno usare anche foto e video fatti da cittadini per certificare la trasgressione

E' stata firmata questa mattina dal sindaco Decaro l'ordinanza con la quale si vieta, a partire da oggi e fino a tutto il 1° gennaio 2016, la vendita in forma ambulante e non dei fuochi d'artificio, con esclusione di quelli cosiddetti professionali per i quali è necessaria l'autorizzazione delle autorità di pubblica sicurezza e della commissione prefettizia.

L'usanza di far esplodere i botti - è detto nella nota del Comune che annuncia il provvedimento - è diventata infatti un'abitudine che procura ogni anno, puntualmente, una serie negativa di conseguenze dannose che minacciano l’incolumità pubblica e incidono sulla sicurezza urbana provocando danni alle persone (soprattutto minori) e al patrimonio sia pubblico sia privato. Inoltre, così come denunciato pubblicamente nei giorni scorsi dalle associazioni animaliste, sono a rischio anche gli animali che, con l'effetto esplosivo dei fuochi pirotecnici, perdono il senso dell’orientamento aumentando il rischio di smarrimento e di incidenti.

“In accordo con il Comitato dell'ordine e la sicurezza pubblica abbiamo emanato l'ordinanza che vieta la vendita e lo sparo di fuochi pirotecnici sia su suolo pubblico sia nelle aree private - dichiara il sindaco Antonio Decaro -. Siamo consapevoli che negli anni scorsi tutti gli appelli alla responsabilità e alla cautela sono rimasti inascoltati, per questo abbiamo scelto di agire preventivamente con gli strumenti a nostra disposizione: in questo caso l'ordinanza permetterà a tutte le forze dell'Ordine, per la compiutezza delle indagini, di effettuare riprese fotografiche e filmate o eventualmente di utilizzare riprese realizzate da privati cittadini che consentano l’accertamento della trasgressione. Le stesse forze dell'Ordine hanno assicurato controlli preventivi e serrati nei giorni a venire nei confronti degli acquirenti e dei venditori, ponendo una particolare attenzione ad individuare tutti quei luoghi in cui i fuochi vengono conservati in attesa della vendita”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Siamo realisti. Lo stesso Sindaco ha dichiarato che "Siamo consapevoli che negli anni scorsi tutti gli appelli alla responsabilità e alla cautela sono rimasti inascoltati,“ e le Forze dell'Ordine hanno altro dar fare che dare caccia spietata ai commecianti. Quindi la chiave di lettura della ordinanza è una sola: "Io ve lo avevo detto e ve lo avevo anche vietato". Ciò anche per evitare resposabilità istituzionali. Null'altro.

  • Sindaco stamattina una bomba carta in piazza a carbonara i mie bimbi hanno pianto svegliati fa qualcosa !

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Inseguimento in mare e maxisequestro di marijuana: arrestati tre scafisti a Mola

  • Cronaca

    Piazza Chiurlia, giovani teppisti al mercatino di Natale. Il Comune: "Presidio fisso dei vigili"

  • Cronaca

    Doppio assalto ai bancomat nella notte: colpi a Bari e a Triggiano

  • Cronaca

    Centri scommesse irregolari, blitz della GdF: 13 denunce a Bari e in provincia

I più letti della settimana

  • Referendum, il voto a Bari e provincia: i risultati

  • Referendum, in provincia di Bari il 'No' vince con il 68%

  • Referendum, alle ore 19 affluenza al 49 %

  • Referendum, chiusi i seggi: affluenza definitiva e risultati

  • Dimissioni Decaro, Centrodestra compatto? Di Paola si smarca: "Pensare alla città"

  • Referendum, seggi chiusi. In provincia di Bari affluenza definitiva oltre il 63 %

Torna su
BariToday è in caricamento