Verso le Regionali 2020, La Giusta Causa a Emiliano: "Basta scimmiottare la destra. Allargare coalizione a sinistra"

Il movimento politico attacca il governatore per la gestione del centrosinistra con orizzonte le elezioni del prossimo anno: "Dal tavolo di coalizione nessun accenno al programma"

Dal 'tavolo' della maggioranza di governo alla Regione Puglia, riunitosi per confermare la candidatura di Michele Emiliano alle Regionali 2020 "non un cenno al programma, alle proposte, alle idee che dovrebbero sospingere il prescelto verso l'agognata vittoria". Ad affermarlo è il Movimento La Giusta Causa che critica le recenti strategie politiche e di governo del presidente della Giunta Regionale, con uno sguardo alle elezioni del prossimo anno: "Una graziosa carezza al Presidente in carica - prosegue la nota - è giunta dal "tavolo" in  merito alla permanenza dell'assessore Di Gioia, salvato dallo stesso Michele Emiliano in aula solo qualche giorno addietro, con una foga  degna davvero di miglior causa".

"Non un accenno, poi, alle parole - prosegue La Giusta Causa - accorate che Emiliano ha speso non per gli ex dipendenti di Mercatone Uno o delle altre vertenze per il lavoro sparse nella Regione, ma per Massimo Cassano, già autorevole esponente di Forza Italia, non eletto in Parlamento con il centrodestra e  ripescato dal Presidente con la nomina a Commissario dell'Arpal, con un  compenso più che dirigenziale.Pare quindi che il suddetto "tavolo del centrosinistra" condivida la  teoria secondo la quale il "tavolo del centrosinistra" non significa più nulla e che occorra pescare a destra, introitare il dividendo assegnando  incarichi ai transfughi e governare in piena solitudine, come purtroppo  sta avvenendo su materie delicate come sanità, ambiente, lavoro,  agricoltura, sviluppo. Noi non siamo d'accordo".

"Se si pensa di battere la destra ed il populismo acquisendone alcuni pezzetti e scimmiottandone idee e comportamenti, non solo si tradiscono i propri principi, ma si perde ancora prima di iniziare la partita" sostiene il movimento che aggiunge: "È necessario che si inizi a discutere da subito dei programmi,  che le candidature vengano formalizzate in autunno e che le primarie si tengano nel 2020, per consentire una larga partecipazione che anticipi  la campagna elettorale per le elezioni regionali, com’è sempre stato e come si è sempre fatto. Questi sono i passaggi indispensabili per mantenere un percorso comune, capace di allargare la coalizione alla sinistra, ai movimenti democratici e progressisti e a tutti coloro che intendono opporsi al  predominio delle destre reazionarie e populiste anche nella nostra Regione" conclude La Giusta Causa.

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

I più letti della settimana

  • Nubifragio nella notte in città, tromba d'aria a Torre a Mare: danni alle barche e ai locali della piazzetta

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Furti di auto nei park & ride e nei parcheggi degli ospedali: i nomi dei 6 arrestati

  • "Due minuti per un furto", presa banda di ladri d'auto: colpi nei park&ride e negli ospedali

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

Torna su
BariToday è in caricamento