"Basta parole di odio": Decaro firma il manifesto della comunicazione non ostile. Domani sfilerà a Milano per Liliana Segre

Il documento obbliga le amministrazione a essere responsabili nell'uso delle parole, soprattutto in rete. "Siamo la sua scorta civica, senatrice: l’odio non ha futuro" il messaggio del primo cittadino

Anche il Comune di Bari firma il 'Manifesto della comunicazione non ostile'. Il documento, già adottato da diverse giunte comunali, impegna l'amministrazione - e di riflesso anche la cittadinanza - a essere responsabili quando usiamo le parole, soprattutto in rete. "Ricordando che dall’altra parte dello schermo ci sono persone, con i loro sentimenti e la loro sensibilità" spiegano dall'Anci Puglia a commento della foto del sindaco Antonio Decaro che firma il manidesto.

Il primo cittadino barese, a capo dell'Anci nazionale, sfilerà a Milano domani, nella Giornata mondiale per i diritti umani insieme a 600 colleghi, per dimostrare il loro supporto alla senatrice Liliana Segre, vittima negli ultimi mesi di una campagna d'odio. "Siamo la sua scorta civica, senatrice: l’odio non ha futuro" ricorda Decaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

Torna su
BariToday è in caricamento