Forza Italia Giovani Bari: "Negato il diritto allo studio agli studenti baresi!"

Negato il diritto allo studio agli studenti baresi. Comunicato di Forza Italia Giovani Bari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La situazione delle scuole baresi è giunta ormai ad un punto di non ritorno rendendosi necessari interventi di manutenzione diretti a scongiurare e dunque a prevenire il pericolo di crolli o cedimenti. Tuttavia alcune scuole della città, alcune delle quali tra le più importanti come lo Scacchi o il Flacco hanno dovuto già sopportare la caduta di calcinacci mettendo seriamente a rischio la salute e la vita stessa degli studenti baresi. Ad una situazione già di per sé drammatica si aggiunge la scarsa qualità del servizio di trasporto pubblico che non è in grado di sostenere efficacemente la grande mole di studenti che ogni giorno utilizzano i vari autobus per recarsi nelle rispettive scuole.

"Il diritto allo studio degli alunni e degli studenti baresi è fortemente compromesso da un'amministrazione che sembra far finta di nulla, nonostante sin dall'inizio dell'anno scolastico, gli studenti hanno dovuto sopportare dei disservizi strutturali e a dover convivere con aule inagibili, a rischio crollo o cedimenti" - denuncia il Coordinatore cittadino di Forza Italia Giovani Bari, Danilo Cancellaro - "Scuole illustri della nostra città come il Flacco o lo Scacchi, ma anche altre di più recente costruzione come il Romanazzi e la scuola Piccinni, sopportano e subiscono queste problematiche, più volte sollecitate dagli organi scolastici interni e dagli stessi studenti. E' impensabile mandare a scuola i ragazzi se ci sono delle situazioni di inagibilità dovute ad un'amministrazione scarsa ed effimera negli interventi . Quando il non-solo Sindaco Metropolitano, Antonio Decaro, deciderà di intervenire per garantire la sicurezza delle strutture scolastiche? Ci auguriamo di non dover aspettare l'irreparabile come solitamente accade. "

A fargli eco, il vice coordinatore di Forza Italia Giovani Bari, Gianluca Mortato. "L'ubriachezza referendaria sta facendo dimenticare sia al governo nazionale sia alle varie amministrazioni locali quelli che sono i temi importanti e soprattutto quello legato alla sicurezza delle scuole" - prosegue Mortato - "Anche se gli art. 33-34 della carta costituzionale non vengono intaccati dalla riforma, non vuol dire che siano di minor importanza. Di conseguenza dovrebbe essere realmente garantito il diritto allo studio degli studenti da parte del premier Matteo Renzi, solito nel venire in città solo e soltanto per fare propaganda politica o elettorale, in questo caso referendaria".

Torna su
BariToday è in caricamento