Ruolo nel Pd e attivismo in politica, Emiliano 'ammonito' dal Csm: "Non lo merito"

Il governatore ha ricevuto la sanzione più lieve al termine del procedimento disciplinare aperto dal Consiglio Superiore della Magistratura: "Mi sento caso da laboratorio"

"Accetto la meno grave delle sanzioni disciplinari previste per i magistrati con serenità e con rinnovata determinazione nello svolgimento del mio incarico di Presidente della Regione Puglia. La sanzione è la più tenue e non ha alcun effetto pratico sull'esercizio delle mie funzioni, ma ciononostante ritengo di non averla meritata". Il governatore Michele Emiliano ha così commentato, attraverso una nota, la decisione del Consiglio superiore della Magistratura, che gli ha inflitto la sanzione disciplinare dell'ammonimento per il mancato rispetto della norma che vieta ai magistrati di iscriversi a un partito e fare politica attiva

"Mi sento un caso da laboratorio"

"Essere il primo ed unico magistrato italiano al quale si è contestata nel pieno dello svolgimento di un mandato politico ad elezione diretta l'appartenenza ad un partito politico, mi fa sentire un caso da laboratorio ancora da approfondire" ha aggiunto Emiliano rimarcando che la complessità teorica della vicenda abbia "costretto il Csm a rimettere la questione alla Corte Costituzionale dopo undici anni dalla mia iscrizione al partito. Sono sempre stato convinto, come tutti gli altri numerosi magistrati eletti, come me iscritti a un partito, che l'aspettativa, che mi è sempre stata regolarmente concessa per l'espletamento del mio mandato di sindaco e di presidente della Regione, mi rendesse a questi fini un cittadino eletto come tutti gli altri, abilitato a partecipare alla formazione dell'indirizzo politico degli enti da me governati all'interno dei partiti. Scopro oggi che ciò che vale per altri sindaci e presidenti, secondo il Csm, non vale per me e, quindi, per tutti i Magistrati eletti in incarichi politici. Questi dovranno costruire l'indirizzo politico con metodo innovativo rispetto alle previsioni della Costituzione, seguendo l'indirizzo della Corte Costituzionale che ha rimesso al CSM il compito di precisare fino a che punto si possa avere a che fare con i partiti da parte di un eletto magistrato".

Potrebbe interessarti

  • 8 trucchi per togliere le pieghe sui vestiti senza usare il ferro da stiro

  • Ferragosto 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Dite addio alle sigarette: i trucchi e i consigli per smettere di fumare

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

I più letti della settimana

  • Annega in mare a Metaponto, muore mamma 26enne residente nel Barese. Salva la figlia di 6 anni

  • Si sente male in vacanza in Salento, ricoverata da Lecce a Bari: muore bimba di un anno

  • L'alga tossica 'invade' il litorale barese, le analisi Arpa: alte concentrazioni da Giovinazzo a San Giorgio

  • Auto si ribalta all'altezza di una rotatoria, 32enne barese muore in provincia di Milano

  • Motociclista cade sulla provinciale vicino Altamura: perde la vita centauro 39enne

  • Caldo con le ore contate: oggi e domani ultimi giorni di afa, da Ferragosto crollo delle temperature

Torna su
BariToday è in caricamento