Di Paola lascia il Consiglio comunale: "Impegnato nel progetto per il Bari calcio, non voglio creare conflitti"

Nella lettera di dimissioni indirizzata al presidente dell'assise cittadina, Cavone, le ragioni della decisione: "Non posso stare dalla parte di chi propone e di chi riceve, non voglio creare malintesi o sospetti"

Mimmo Di Paola - Foto ufficio stampa

Una scelta dettata dalla volontà di non "creare malintesi, sospetti o conflitti tra le diverse attività verso le quali, al momento, si indirizza il mio impegno civile", per evitare che "si possa supporre che la mia iniziativa persegua scopi quali visibilità o consenso elettorale, ben diversi dalla sana passione e dall’impegno civico che, invece, rappresentano l’unica finalità alla base della mia azione". Così in conferenza stampa Mimmo Di Paola, consigliere comunale e candidato sindaco nel 2014, ha annunciato oggi la sua decisione di lasciare il Consiglio comunale.

Di Paola, infatti, fa parte della cordata di imprenditori baresi scesi in campo per il salvataggio del Bari calcio. Di qui dunque la scelta di lasciare l'incarico: "Considerato - ha spiegato l'ex manager di Adp - che il gruppo di imprenditori baresi, di cui mi onoro di fare parte, si accinge a formalizzare la propria proposta per fronteggiare una crisi sportiva e cittadina senza precedenti, non ritengo corretto stare dalla parte di chi propone un progetto e, in qualche modo, anche dalla parte di chi lo riceve". Le ragioni alla base delle dimissioni sono state spiegate in una lettera inviata al presidente del Consiglio comunale, Michelangelo Cavone.

"Ci sono molte analogie tra questa operazione – ha ricordato Di Paola – e l’impegno intrapreso anni fa per la Fondazione Petruzzelli attraverso la donazione di 800.000 euro, risorse lasciate all’ente nonostante le mie dimissioni dal consiglio di amministrazione: volontà di affrontare un'emergenza per Bari e contribuire alla rinascita di un simbolo della città". Di Paola ha espresso gratitudine nei confronti "di tutti i cittadini e di chi mi ha permesso di rappresentare la comunità barese in seno al Consiglio comunale" e soddisfazione per "i quattro anni trascorsi con tutti i colleghi consiglieri, con i funzionari e i dipendenti comunali, che ringrazio per avermi dato la loro stima e la loro collaborazione: hanno avuto il merito di farmi conoscere meglio la città di Bari e l’apparato politico e amministrativo che la regge".

“A nome dell’intero Consiglio comunale, desidero ringraziare il consigliere Domenico Di Paola per il lavoro svolto in questi 4 anni, sempre con grande passione e lealtà istituzionale - ha dichiarato il presidente Cavone in risposta alle dimissioni di Di Paola - La sua scelta non fa che confermare la correttezza che lo ha contraddistinto nel corso del suo mandato, non volendo condizionare in alcun modo la procedura ad evidenza pubblica per l’acquisizione del titolo sportivo della squadra di calcio cittadina, che lo vede coinvolto in una cordata di imprenditori locali. Un comportamento adottato per non creare malintesi o eventuali conflitti d’interesse con il suo ruolo di rappresentante delle istituzioni, una scelta ancora più apprezzabile perché compiuta  prima della selezione e, quindi, dell’esito della procedura. Il mio augurio è che Domenico Di Paola possa continuare il suo impegno assumendo altre responsabilità nell’interesse della città di Bari”.
 

Potrebbe interessarti

  • ''U scazzecappetìte'': sapete cos'è?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • 7 consigli per eliminare il cattivo odore delle ascelle

  • Forno a microonde, quali sono i reali rischi per la salute?

I più letti della settimana

  • Si sottopone a operazione per dimagrire, madre 35enne muore dopo bendaggio gastrico alla clinica Mater Dei

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Dal gioco d'azzardo alle estorsioni agli imprenditori: la mappa dei racket dei clan in città

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Furbetti del cartellino all'ospedale San Giacomo di Monopoli: i nomi dei 13 arrestati

Torna su
BariToday è in caricamento