Minacce via Facebook al sindaco di Mola: "Se sbagli ti regalerò due proiettili"

L'episodio reso noto dallo stesso primo cittadino, Giuseppe Colonna, che ha presentato denuncia ai carabinieri: "Andrò avanti a testa alta nel mio lavoro"

"Attento a non sbagliare, i soldi per Mola sono di Mola e non per te e i tuoi amici", "Se sbagli nel futuro prossimo ti regalerò due proiettili calibro 45". Un messaggio di minacce, arrivato tramite la posta privata di Facebook al sindaco di Mola, Giuseppe Colonna. 

L'episodio è stato denunciato dallo stesso primo cittadino - 37 anni, eletto sindaco a giugno dell'anno scorso - che ha postato sulla sua pagina Facebook lo screenshot del messaggio, annunciando di aver denunciato il fatto ai carabinieri.

"Sono questi i momenti in cui lo sconforto prende il sopravvento e ti interroghi se tutto questo ne valga la pena - ha commentato Colonna - Come sindaco mi batto da sempre per la libertà di pensiero e di parola, accetto il confronto a patto che vi sia disponibilità ad ascoltare e rispettare le posizioni altrui e rispetto la differenza di opinioni ma non posso assolutamente permettere che si trascenda in questo. Andrò avanti nel mio lavoro e lo farò a testa alta, senza lasciarmi condizionare da intimidazioni di alcun tipo. Lo devo a me stesso e ai miei cittadini".

Numerosi i messaggi di solidarietà ricevuti, sia da parte dei concittadini che da esponenti del mondo politico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Pitbull senza guinzaglio semina il panico in pizzeria: si avventa contro cagnolino e lo uccide

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Sparatoria tra la folla nel centro storico di Bitritto: feriti un passante e un pregiudicato

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

Torna su
BariToday è in caricamento