Il pasticcio del Consiglio al Municipio V, i tre 'ribelli' del Pd: "Convocato senza numero legale e poi annullato"

De Stasio, Di Lauro e Noviello criticano l'operato del presidente Moretti: "Violato l'articolo 30 del Decentramento. Siamo in democrazia e i metodi dittatoriali non possono essere tollerati"

Un Consiglio previsto per giovedì "convocato senza il numero legale nella conferenza dei capigruppo violando così l'articolo 30 del regolamento sul decentramento" e quindi annullato dal direttore del V Municipio: l'episodio, verificatosi nei giorni scorsi, è stato segnalato dai consiglieri del Partito Democratico De Stasio, Noviello e Di Lauro, da tempo critici con la maggioranza e la gestione del presidente Moretti. Una vicenda analoga, spiegano i consiglieri, "era già accaduta a luglio scorso".

Secondo i tre, "Moretti non può utilizzare la carica da Presidente per tutelare se stesso e la sua maggioranza trasversale, bypassando il regolamento sul decentramento. Siamo in democrazia e i metodi dittatoriali non possono essere tollerati. Anche questa volta - concludono - chiederemo di essere ascoltati dalla Commissione Decentramento del Comune di Bari alla presenza del direttore generale. Vogliamo una verifica degli atti municipali.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il 'paziente 1' in Puglia: era tornato dalla Lombardia, ora è in isolamento in ospedale

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • A Santa Caterina apre il nuovo Parco Commerciale: dal 28 febbraio l'inaugurazione dei primi maxi store

Torna su
BariToday è in caricamento