Il consigliere regionale Napoleone Cera torna in libertà: il giudice revoca la misura degli arresti domiciliari

Revocata la misura degli arresti domiciliari al consigliere regionalei dei Popolari Napolone Cera, obbligo di dimora nel comune di San Marco in Lamis

Napoleone Cera

Napoleone Cera, consigliere regionale dei Popolari ed esponente di spicco dell'Unione di Centro in Puglia, questa mattina ha ottenuto dal Giudice la revoca gli arresti domiciliari con applicazione dell'obbligo di dimora nel comune di San Marco in Lamis. Come si legge su FoggiaToday, per Angelo Cera la situazione resta immutata.

L'ex deputato e il consigliere regionale erano stati raggiunti dalla misura degli arresti domiciliari il 17 ottobre scorso con l'accusa di tentata concussione, induzione indebita e corruzione. Erano queste le tre ipotesi di reato mosse dalla Procura di Foggia.

Il 6 novembre il Tribunale del Riesame di Bari aveva confermato gli arresti domiciliari per entrambi riqualificando però il reato di imputazione contestato, da tentata concussione a tentata induzione indebita a dare o promettere utilità (319 quater cp).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Tenta di attraversare con le sbarre in chiusura, auto resta bloccata al passaggio a livello

Torna su
BariToday è in caricamento