Coronavirus, buone notizie all'ospedale Miulli: i neo papà potranno assistere alla nascita dei propri figli

L'ingresso in ospedale rimane precluso ad altri familiari e amici della neomamma

Il Coronavirus li aveva lasciati fuori dalle sale parto ma ora possono tornarci. Sono i papà che possono assistere alla nascita del proprio figlio nell'ospedale 'Miulli' di Acquaviva delle Fonti.

Il parto è uno degli eventi straordinari e indimenticabili della vita di una famiglia, ecco perché l'ospedale ecclesiastico ha ripristinato l'accesso dei padri alla sala parto per assistere la donna in travaglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sarà comunque necessario seguire tutte le misure di profilassi utili a rendere sicure le interazioni fra personale e utenti. L'ingresso in ospedale rimane precluso ad altri familiari e amici della neomamma. Restano invariati gli orari e le modalità di accesso al reparto per le visite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mamma e figlio rischiano di annegare per il mare agitato: militare barese si getta in acqua e li salva

  • 2000 euro a 60mila pugliesi: 'Start' dalla Regione a partite iva, lavoratori autonomi e professionisti a basso reddito

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Lutto nel mondo dello spettacolo: addio a Teodosio Barresi, protagonista de LaCapaGira

  • Al ristorante e in auto, stop al distanziamento per congiunti e 'frequentatori abituali': la Regione allenta le restrizioni

  • Violento scontro tra moto e suv: grave centauro, trasportato in codice rosso al Policlinico

Torna su
BariToday è in caricamento