Petruzzelli, scontro sindaco-opposizione in Consiglio comunale

Nella seduta monotematica dedicata alla gestione della Fondazione il centrodestra torna ad attaccare il sindaco su debiti e trasparenza. Emiliano si difende e ribadisce di aver chiesto il commissariamento come unica strada per ottenere nuovi fondi

In consiglio comunale è ancora scontro. Dopo la seduta monotematica dedicata all'inchiesta Degennaro e all'ormai famosa questione "cozze pelose" ieri è stata la volta della Fondazione Petruzzelli. Il centrodestra, capeggiato dal coordinatore delle opposizioni Ninni Cea, è tornato ad attaccare il sindaco sulla questione della trasparenza della gestione, sulla presunta parentopoli nelle assunzioni, sull'entità del debito lasciato in eredità alla Fondazione. Emiliano si difende e contrattacca, ribadendo ancora una volta di essere stato lui a chiedere il commissariamento affinché alla Fondazione fossero dati i fondi aggiuntivi necessari. Secondo il sindaco, infatti, sotto la sua presidenza, gli altri enti coinvolti (Provincia e Regione) non sarebbero stati disposti a mettere sul piatto quel denaro in più che viene ora chiesto da Fuortes per la ricapitalizzazione. E il sindaco rilancia: "Se Provincia e Regione faranno la loro parte, il Comune è disposto a mettere fino a due milioni e mezzo di euro".

Ma, nuovi finanziamenti a parte, la questione del debito accumulato dalla Fondazione negli ultimi anni rimane in piedi. In particolare, l'opposizione chiede conto della disparità tra le cifre fornite da Fuortes e quelle date da Emiliano. Secondo il centrodestra, infatti, nella sua ultima audizione in Consiglio regionale il commissario avrebbe ancora una volta confermato l'entità del debito pari a 8 milioni e mezzo di euro. Cifra smentita dal sindaco, secondo il quale il debito sarebbe pari a 1 milione e 400mila euro. E proprio per fare chiarezza su questo punto l'opposizione aveva chiesto che la seduta monotematica avvenisse alla presenza di Fuortes, il quale però, a causa di impegni precedenti, non ha potuto prendere parte al consiglio di ieri. Ma non è escluso, fa sapere il centrodestra, che si torni a chiedere una nuova seduta monotematica da concordare con Fuortes.

Intanto domani il ministro per i Beni Culturali Lorenzo Ornaghi sarà a Bari per la cerimonia conclusiva del Bif&st. Il ministro incontrerà sia Vendola che Emiliano, ed è prevedibile che l'incontro diventi occasione per chiarire alcuni punti relativi alla vicenda Petruzzelli, come ad esempio quello della proprietà del teatro, di cui lo stesso Fuortes aveva parlato come uno dei "punti critici" nella situazione del Petruzzelli.

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

I più letti della settimana

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Branco di lupi assalta allevamento nel Barese: "Decine di capre uccise"

  • Schianto in Tangenziale, auto finisce contro barriere tra Poggiofranco e Carrassi: code e rallentamenti

Torna su
BariToday è in caricamento