Il Popolo della Famiglia di Bari chiede che vengano rimosse le barriere architettoniche nei cimiteri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

IL POPOLO DELLA FAMIGLIA DI BARI CHIEDE CHE VENGANO RIMOSSE LE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEI CIMITERI Riscontriamo che la maggior parte dei Cimiteri di Bari sono difficilmente percorribili per i disabili a causa delle troppe scale e strade interne inadatte alle carrozzine. Non vogliamo pensare ad una discriminazione ma semplicemente ad una poca e attenta riflessione da parte delle istituzioni riguardo al fatto che il cimitero è un luogo sacro dove l'accesso deve essere garantito a tutti. Purtroppo non è così, probabilmente per molti cimiteri pugliesi, dove le persone con handicap e disabili non possono avere facile accesso per andare a deporre un fiore, dire una preghiera o semplicemente cercare conforto verso i loro cari defunti. L'importanza di chi si trova già davanti ad enormi difficoltà e barriere nella società e nelle città, di poter recarsi dai propri cari defunti è ineguagliabile. Il Coordinatore cittadino Mirco Fanizzi afferma:” Di fatto si nega a dei cittadini, che diventano di serie c, di poter commemorare la loro mamma, papà, fratelli nei giorni importanti come la giornata dei defunti, o ricordi di compleanni o feste del papà ad esempio dove magari farebbe piacere poter depositare un fiore come segno di amore ed eterna presenza” e conclude “ Mi auguro che le istituzioni, possano porre rimedio ad una penalizzazione ingiusta che come sempre ricade sui deboli e indifesi. Portare un saluto ai propri cari è un diritto di tutti non dimentichiamolo. Si chiede alle amministrazioni locali di intervenire”.

Torna su
BariToday è in caricamento