Primarie Pd, D'Alema a Bari: "Il voto del Sud è importante"

L'esponente del Pd, ospite di un incontro nell'ambito di Medimex, ribadisce l'importanza del Mezzogiorno e attacca Renzi: "Mi dispiace che abbia avuto parole poco piacevoli. Dimostra che non comprende bene la realtà del Sud"

"Il voto del Mezzogiorno è importante. Mi dispiace che Renzi abbia avuto parole poco piacevoli. Dimostra che non comprende bene la realtà del Sud". Il presidente del Copasir, Massimo D'Alema, a Bari per un incontro nell'ambito della seconda edizione di Medimex, la Fiera delle Musiche del Mediterraneo torn a parlare di primarie del centrosinistra, e lancia il suo attacco a distanza a Matteo Renzi. "Lo dimostra anche il riferirsi al Sud sempre in termini di assistenzialismo e clientelismo: di assistenza non ce n'é più e raccomandazioni non se ne possono più fare perché non si assume più nessuno; forse è bene informare i nostri amici che questa è la situazione del Mezzogiorno".
 
IL RUOLO DEL MEZZOGIORNO - Secondo l'esponente del Pd, "il Mezzogiorno è in una condizione di drammatica sofferenza". "Noi paghiamo - ha aggiunto - responsabilità interne al Sud ma soprattutto la scomparsa del Mezzogiorno dalla politica nazionale, una drastica riduzione di tutte le politiche verso il Sud. Il voto del Sud indica che il Mezzogiorno vuole governo, vuole essere governato, vuole una svolta di governo". "Credo - ha aggiunto D'Alema - che il Sud debba essere al centro delle politiche nazionali e anche che debba essere adeguatamente rappresentato. Negli anni della destra noi abbiamo perso tutto: soldi, rappresentanza e visibilità. Abbiamo avuto governi in cui il Mezzogiorno era scomparso. Con il centrosinistra il Mezzogiorno ritorna, ne sono convinto e credo accadrà. Al di là delle posizione politiche credo che a questo Nichi Vendola potrebbe dare un contributo importante".
 
D'ALEMA NEL GOVERNO? - D'Alema ha poi risposto ad alcune domande sulla probabile composizione di un eventuale governo di centrosinistra. "E' evidente che le maggiori personalità del centrosinistra ed in particolare quelle che hanno animato il confronto delle primarie saranno poi chiamate ad assumere delle responsabilità". "Non rispondo alle eventualità di questo tipo", ha risposto a una domanda su suoi eventuali incarichi di governo. Sul leader di Sel, Nichi Vendola, ministro di un eventuale governo di centrosinistra, D'Alema ha poi detto che "Bersani ha detto di sì e io posso confermare". "Vedo Nichi proiettato verso la politica nazionale. Poi i tempi, i modi li valuterà lui. Non spetta a me assegnare questi ruoli. Le primarie sono state il momento in cui c'é stato un confronto tra persone ed anche un momento di formazione di una proposta di governo, di idee, programmi e anche personalità". (Fonte Ansa)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento