homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Esenzioni ticket, restano quelle per bambini e anziani over 65

Le precisazioni dell'assessore alla Sanità Fiore sulla legge regionale che ha cancellato le esenzioni ticket per le visite specialistiche: restano comunque valide le esenzioni per le categorie individuate a livello nazionale

L'esenzione dal pagamento del ticket per visite ed esami specialistiche resta valida per le categorie già individuate dalla legislazione nazionale: è questa la precisazione importante fatta in queste ore dall'assessore alla Sanità Fiore in merito alle legge approvata pochi giorni fa dal consiglio regionale.

In base a questo provvedimento, reso necessario dall'esigenza di rispettare il Piano di rientro dal deficit sanitario concordato con il Governo, perdono il diritto all'esenzione i lavoratori in mobilità, quelli in cassa integrazione ordinaria e straordinaria  e gli inoccupati con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31, incrementato fino a 11.362,05 in presenza del coniuge e di 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Nessun cambiamento invece, precisa l'assessore, per le categorie il cui diritto all'esenzione è riconosciuto dalla legislazione nazionale, ovvero:

- Cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (codice esenzione E01);

- Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (Codice E02);

- Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico (Codice E03);
 
- Titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant'anni e loro familiari a
carico
, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (Codice E04).
 
 
Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Viale delle Regioni, in auto travolge e uccide una donna: arrestato 20enne

    • Cronaca

      Lungomare Nord, lavori in corso e sogni: "Non vogliamo più essere periferia"

    • Cronaca

      VIDEO - Asse Nord-Sud, il primo 'viaggio' sul ponte 'biancorosso'

    • Cronaca

      Statale 172 dei Trulli, 58 milioni per i lavori sul tratto Casamassima-Putignano

    I più letti della settimana

    • Pasticcio regolamento immobili, Brandi ritira la bozza: "La ripresenteremo al più presto"

    • Lotta alla corruzione, Cantone a Bari: "Codice appalti grande innovazione"

    • Gestione stadio San Nicola, Melchiorre: "Che fine ha fatto il piano economico da allegare alla delibera?"

    • Clima 'estivo' a Palazzo di Città? Melchiorre: "Giunta bloccata, più lavoro e meno selfie"

    Torna su
    BariToday è in caricamento