homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Esenzioni ticket, restano quelle per bambini e anziani over 65

Le precisazioni dell'assessore alla Sanità Fiore sulla legge regionale che ha cancellato le esenzioni ticket per le visite specialistiche: restano comunque valide le esenzioni per le categorie individuate a livello nazionale

L'esenzione dal pagamento del ticket per visite ed esami specialistiche resta valida per le categorie già individuate dalla legislazione nazionale: è questa la precisazione importante fatta in queste ore dall'assessore alla Sanità Fiore in merito alle legge approvata pochi giorni fa dal consiglio regionale.

In base a questo provvedimento, reso necessario dall'esigenza di rispettare il Piano di rientro dal deficit sanitario concordato con il Governo, perdono il diritto all'esenzione i lavoratori in mobilità, quelli in cassa integrazione ordinaria e straordinaria  e gli inoccupati con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31, incrementato fino a 11.362,05 in presenza del coniuge e di 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Nessun cambiamento invece, precisa l'assessore, per le categorie il cui diritto all'esenzione è riconosciuto dalla legislazione nazionale, ovvero:

- Cittadini di età inferiore a sei anni e superiore a sessantacinque anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (codice esenzione E01);

- Disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (Codice E02);

- Titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico (Codice E03);
 
- Titolari di pensioni al minimo di età superiore a sessant'anni e loro familiari a
carico
, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (Codice E04).
 
 
Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Auto evita bici caduta sulla strada, moto impatta con la vettura: ferito 45enne in Tangenziale

    • Cronaca

      Terremoto Centro Italia, l'appello di InConTra: "Servono 100 materassi per il campo di Accumoli"

    • Sport

      Polignano, in 70mila per i tuffi 'da capogiro': vincono il russo Slichenko e la canadese Richard

    • Cronaca

      Cantiere in via Puccini a San Girolamo, Melini: "Realizzare varco per residenti e anziani"

    I più letti della settimana

    • Boschi al Cus per promuovere il Sì al referendum. Critiche da Carrieri: "Nessuno spazio per il No"

    • Comune, Question Time a vuoto per la sesta volta di fila: in aula erano solo in otto

    • Piscine Comunali, Melchiorre attacca il Comune: "Contenzioso fa acqua da tutte le parti"

    • Consiglio comunale, Cavone: "Polemiche pretestuose sul Question time"

    • Terremoto, Puglia in lutto: bandiere a mezz'asta sul palazzo del Consiglio regionale

    Torna su
    BariToday è in caricamento