Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mario Conca scende in campo per le Regionali: "Qui per vincere. Mi hanno cercato sia Emiliano che il centrodestra"

Il consigliere regionali, transfugo del Movimento 5 Stelle, ha presentato la sua candidatura alle elezioni di settembre durante un incontro nella sede della Regione. "Nel 2015 metà dei pugliesi non ha votato, se vorranno potranno farmi vincere"

 

"Scendo in campo per vincere. Mi ha cercato sia Emiliano, sia il centrodestra, ma mi sono ritrovato da loro distante nei temi". Presenta così la sua candidatura come presidente della Regione Puglia, Mario Conca, transfugo del Movimento 5 Stelle che nella corsa alle elezioni di settembre ha deciso di scendere in campo da solo, al momento con la lista 'Cittadini pugliesi - Conca presidente'.

"Nel 2015 il 50% dei pugliesi non ha votato"

Durante la presentazione ufficiale della sua candidatura, il consigliere regionale conferma il dialogo con altre realtà sul territorio che andranno a supportarlo, "ma non partiti politici - assicura - bensì gruppi di interesse e di categoria". E non teme la concorrenza dell'attuale governatore uscente Emiliano, né di Fitto, candidato scelto dalla coalizione del centrodestra, forte di un dato delle precedenti regionali: "Nel 2015 - spiega al microfono di BariToday - il 50 per cento dei pugliesi, ovvero un milione e 700mila persone, non andò a votare. Ho chiamato la mia lista 'Cittadini pugliesi' perché so che se loro lo volessero potrebbero far vincere anche l'ultimo outsider, magari meno conosciuto di me".

Una candidatura che si basa sulle battaglie giornaliere intraprese dall'ex pentastellato nelle aule del Consiglio regionale e fuori. "Conosco tutti i dirigenti pubblici perché mi sono occupato di tutti i problemi, non solo su Bari, dove sono stato eletto - ha ricordato durante l'incontro - Ho persino preso un avviso di garanzia su Taranto per difendere un neurochirurgo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento