Calenda e Più Europa con Renzi, prende forma il fronte 'anti-Emiliano': "Sì a candidato alternativo per le Regionali"

Dopo l'annuncio del leader di Italia Viva, arriva il sostegno del fondatore di Azione e del segretario di Più Europa, Della Vedova: netto il 'no' al governatore uscente

Renzi ed Emiliano nel 2017 © Ansa

Tra annunci di candidature alternative, critiche e attacchi, dopo le primarie del 12 gennaio che hanno consacrato Michele Emiliano candidato del centrosinistra per le Regionali del 2020, scoppiano le divisioni. Se Calenda aveva già annunciato il suo 'no' a Emiliano appoggiando ufficialmente Amati alle consultazioni, ieri a venire allo scoperto è stato Matteo Renzi: "Avremo un nostro candidato", ha detto il leader di Italia Viva.

Una dichiarazione che ha innescato le reazioni dello stesso Calenda (Azione) e del segretario di Più Europa, Benedetto Della Vedova, che si sono detti pronti a 'sposare' il piano renziano.

"Troviamo un candidato da sostenere insieme in Puglia contro Emiliano e il centrodestra anche con Piu' Europa. Adelante", ha scritto su Twitter Calenda.  "Io credo che Renzi abbia ragione e che sia necessario costruire in Puglia un'alternativa tanto al fronte sovranista e nazionalista di Salvini e Meloni, quanto al populismo a Cinque Stelle de facto di Michele Emiliano. La scelta del PD di confermare la candidatura del governatore uscente apre uno spazio in cui le forze europeiste, liberaldemocratiche, come Piu' Europa, Italia Viva e Azione di Calenda, hanno l'obbligo di competere", ha affermato Della Vedova, in un'intervista Radio Radicale. "Credo quindi che la scelta di Matteo Renzi e di Italia Viva, se confermata, apra una prospettiva chiarissima a cui Piu' Europa, nei tempi e nei modi consoni, rispondera' positivamente. Costruiamo un'alternativa europeista e liberal democratica tanto al populismo di sinistra, se quella e' la deriva del Pd, quanto naturalmente e prioritariamente - ha concluso Della Vedova- al nazional populismo di Salvini e Meloni".

Dal canto suo, Michele Emiliano ha risposto con un post su Fb, senza nominare direttamente i suoi 'avversari': "Dopo il 12 gennaio non abbiamo paura di niente. Andiamo avanti con il contributo di tutti i pugliesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Urtano un'auto in via Amendola, finti poliziotti scendono e rubano denaro a un ragazzo: fuga da Bari a Mola, inseguiti e arrestati

  • Blitz in un negozio cinese all'ingrosso di Bari: sequestrati 100mila euro di prodotti 'Apple' e 'Samsung' taroccati

  • Incidente a Bari, schianto all'incrocio: auto finisce fuori strada e abbatte semaforo

  • Nuovo caso sospetto di Coronavirus: 40enne da Bisceglie al Policlinico di Bari. All'aeroporto di Palese arriva lo scanner termico

  • Incidente sul lungomare di Bari: auto si ribalta e finisce accanto al marciapiede

Torna su
BariToday è in caricamento