CARA, Mantovano: "Ok ad una seconda Commissione ma tolleranza zero"

A seguito della riunione tecnica di coordinamento per affrontare la questione relativa al Cara di Bari Palese, dopo la protesta degli immigrati di lunedì, il sottosegretario di Stato Mantovano spiega le mosse per rispondere alle esigenze dei rifugiati

Un momento della conferenza stampa di stamattina

Dopo una riunione durata oltre un'ora presso la Prefettura di Bari, il sottosegretario di Stato Alfredo Mantovano ha sciolto le riserve relative all'emergenza immigrati nata in seguito alle feroci proteste attuate lunedì dai rifugiati del Cara di Bari Palese. A margine dell'incontro tenuto assieme al capo dipartimento delle libertà civili e immigrazione del Ministero dell'Interno Angela Pria, il vicecapo della Polizia e direttore centrale della Criminalpol Francesco Cirillo, il viceprefetto vicario di Bari Antonella Bellomo, i dirigenti provinciali delle forze di polizia e i presidenti della Commissione nazionale e territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale, Mantovano ha svelato l'istituzione di una seconda Commissione asilo per smaltire i tempi burocratici di risposta alle richieste di protezione. Al tempo stesso, però, il magistrato leccese ha precisato che verso i rivoltosi verrà adottata la cosiddetta 'tolleranza zero'.

Questa l'intera dichiarazione fornita alla stampa da Mantovano a margine della riunione di oggi pomeriggio: "Per prima cosa vorrei ringraziare le forze di polizia per la dedizione, il sacrificio e la generosità dimostrata nella giornata di lunedì con un costo umano che continua ad essere pesante (oltre ottanta feriti n.d.r.). I fatti - ha esordito Mantovano - non sono in alcun modo giustificabili: sono fatti gravi rispetto ai quali ci sono imputazioni altrettanto gravi. Nulla giustifica qualcosa del genere e nulla lo giustificherà in futuro. Detto questo, riporto un dato: nel periodo 1 gennaio-31 luglio del 2010 la Commissione asilo di Bari ha esaminato 506 richieste di protezione mentre nello stesso periodo di quest'anno le richieste pervenute sono state 3731, più di 7 volte rispetto al medesimo periodo di un anno fa. Questo ha comportato un peso spropositato sulla Commissione di Bari facendo sì che il Ministro dell'Interno abbia deciso con un provvedimento sottoscritto ieri l'istituzione di una seconda sezione della Commissione asilo che permetterà, oltre a un abbattimento significativo dei tempi, anche la totale convocazione di coloro che presenteranno le domande di asilo. Abbiamo predisposto, quindi, gli strumenti affinché i tempi per le risposte alle richieste di asilo siano abbreviati.

"E' ovvio - ha seguitato il sottosegretario - che in queste valutazioni si terrà conto di coloro che provengono da contesti di guerra e estremo disagio che richiedono o il riconoscimento lo status di rifugiati o il riconoscimento della protezione umanitaria così come si terrà conto della presenza di persone intente ad eludere le norme sugli ingressi irregolari. Per concludere: ci sono le condizioni perché l'esame sia più celere avendo più forze in campo. Più celere non equivale a dire più superficiale visto che tutto ciò avverrà col massimo dello scrupolo e dell'equilibrio senza tolleranza nei confronti degli autori di violenze. Non è stato un caso che queste violenze siano scoppiate in concomitanza con quelle di Mineo e Crotone e scoppino senza un motivo particolare che abbia potuto accendere gli animi, quanto meno nelle fase iniziali. La maggiore lena che ci sarà su questo fronte non permetterà nessuna tolleranza nei confronti di proteste che dovessero avere la stessa violenza di due giorni fa. Speriamo - ha concluso quindi Mantovano - che questo, assieme alla valutazione d'insieme che verrà fatta dalle Commissioni, possa servire a rasserenare gli animi confidando anche sulla ragionevolezza di coloro che hanno chiesto e richiederanno asilo".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Vivibilità e sicurezza, i comitati di quartiere chiamano i candidati sindaco: "Ascoltate le nostre proposte"

  • Cronaca

    Cerimonia al sacrario e corona d'alloro a Palazzo di Città: le celebrazioni per il 25 aprile

  • Attualità

    Sole e caldo, 25 aprile tra passeggiate al mare e gite fuori porta

  • Cronaca

    Movida sporcacciona a Bari vecchia: la Colonna Infame assediata dai rifiuti

I più letti della settimana

  • Muore soffocato durante il pranzo di Pasqua: tragedia a Monopoli

  • Tamponamento tra due auto sulla SS16: soccorsi i passeggeri. Traffico in tilt

  • Schianto sulla provinciale Monopoli-Alberobello: scontro auto-moto, muore centauro 55enne

  • Allarme bomba sul lungomare, intervengono i carabinieri: "Borsa abbandonata per terra"

  • La dea bendata bacia un ex pescatore a Mola: Gratta e Vinci da 100mila euro trovato tra i rifiuti

  • Albero si spezza per il forte vento e sfonda tir su viale Trisorio Liuzzi: grave autista

Torna su
BariToday è in caricamento