Sannicandro, minacce e busta con proiettile ad attivista M5S

La solidarietà di portavoce e attivisti del movimento: "Chi minaccia i nostri cittadini attivi, minaccia tutti i pugliesi che credono nel cambiamento e nell'onestà. Chi lotta ogni giorno contro il malaffare che è il cancro del nostro Paese, conosce bene i rischi che corre nonostante ciò decide di andare avanti!"

La lettera ricevuta dall'attivista

Una busta con un messaggio di minacce e un proiettile. Destinatario dell'atto intimidatorio un attivista M5S di Sannicandro. L'episodio è stato reso noto dallo stesso Movimento, che in una nota ha espresso solidarietà all'attivista e indirizzato un 'messaggio' agli ignoti autori del gesto.

"I portavoce e gli attivisti del Movimento 5 Stelle Puglia - si legge nella nota - esprimono massima solidarietà nei confronti del nostro attivista di Sannicandro che è stato raggiunto dal seguente messaggio intimidatorio. Non è il primo e non sarà purtroppo l'ultimo ma chi lotta ogni giorno contro il malaffare che è il cancro del nostro Paese, conosce bene i rischi che corre... nonostante ciò decide di andare avanti!".

"Ai mittenti di questo messaggio - prosegue il comunicato - ribadiamo con forza che quando pensate di minacciare anche uno solo dei nostri cittadini attivi, state minacciando tutti noi pugliesi che crediamo in un cambiamento che parte dall'Onestà e che abbiamo fiducia nella giustizia italiana. Se solo aveste il coraggio di metterci la faccia in ciò che fate scoprireste di non avere davanti una sola persona ma 10-100-1000 di noi. Questo Paese non è vostro e con questi gesti non fate altro che farci capire che siamo sulla strada giusta. Noi, come Peppino Impastato vogliamo scrivere a chiare lettere che 'La mafia è una montagna di merda".
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Mercato via Pitagora, incontro Comune-operatori. Palone: "Più collaborazione per il decoro dell'area"

    • Politica

      Referendum, l'allarme dei sindaci: "Governo taglia del 60% risorse per l'organizzazione". Il Viminale: "Tutte le spese saranno rimborsate"

    • Sport

      Bari-Salernitana 2-0: bastano De Luca e Daprelà, biancorossi avanti col minimo sforzo

    • Cronaca

      Capurso, colpi di pistola dopo la lite per una ragazza: due arresti

    I più letti della settimana

    • Referendum del 4 dicembre: come richiedere duplicato e rinnovo della tessera elettorale

    • Regione, la giunta approva piano di riordino: il 'Giovanni XXIII' hub per la pediatria

    • Consiglio comunale, Di Rella rieletto presidente: "Mie dimissioni una denuncia. Non sarò solo notaio"

    • Referendum, l'allarme dei sindaci: "Governo taglia del 60% risorse per l'organizzazione". Il Viminale: "Tutte le spese saranno rimborsate"

    • Dimissioni e rielezione Di Rella in Consiglio, Bellomo e Distaso (Cor): "Un triste ballo nel salone del potere"

    Torna su
    BariToday è in caricamento