Sos Città: "Sì ad una caserma di forze dell'ordine tra San Girolamo e il Libertà"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

L'ultimo evento di cronaca nera nel quartiere San Girolamo ha allargato ancora di più la ferita dell'insicurezza che vive e sta vivendo la città di Bari in questi ultimi mesi. L'omicidio compiuto la scorsa domenica a San Girolamo, è solo l'ultimo di tante vicende di sangue che in quel quartiere negli anni si sono verificate cosi come sono accadute nel contesto del quartiere Libertà che, nella precedente suddivisione territoriale delle circoscrizioni, era appunto legato al quartiere San Girolamo.

"In virtù dell'assurda situazione che vivono questi due quartieri in caso di emergenza dove per il quartiere Libertà le forze dell'ordine arrivano da Madonnella mentre per San Girolamo dal San Paolo, quasi un anno fa decidemmo di avviare una petizione per la realizzazione di una caserma di forze dell'ordine che assicurasse una presenza costante e fissa all'interno di questi quartieri che più di altri sentono fortemente il problema dell'illegalità" - spiega il Vicepresidente di Sos Città, nonché ex Presidente dell'VIII Circoscrizione, Dino Tartarino - "Nel giro di poco più di un mese, raccogliemmo ben 1152 firme che sono state adeguatamente depositate all'ufficio preposto in Comune. Per questo ora chiediamo al Sindaco Decaro di non lasciar riposare queste firme chiuse in un cassetto, ma di ascoltare simbolicamente la voce di 1152 persone che attraverso la loro firma hanno manifestato un disagio di insicurezza che è tangibile e facilmente percebile anche semplicemente passeggiando per le strade del quartiere Libertà e San Girolamo"

"All'interno della nostra proposta, sono presenti anche indicazioni relative all'eventuale ubicazione della caserma come l'area dell'ex scuola Duse nel cuore del quartiere San Girolamo, come i vari uffici presenti presso lo Stadio della Vittoria così come il palazzo dell'ex Istituto Nautico, nel quartiere Libertà, che seppur, non di proprietà comunale, potrebbe essere acquisito per donarlo ai baresi, anziché lasciarlo in uno stato di abbandono così come si trova oggi. Pertanto ci auspichiamo che il nostro lavoro di raccolta non sia stato inutile e che quanto prima il Sindaco valuti l'opportunità di realizzare una caserma di forze dell'ordine all'interno di quei quartieri, cosi come richiesto a gran voce dagli stessi cittadini" - conclude il Presidente di Sos Città, Danilo Cancellaro

Torna su
BariToday è in caricamento