Gestione stadio San Nicola, domani in Consiglio la revoca del bando. Melini e Di Paola: "No a proroghe all'Fc Bari"

I due consiglieri si oppongono alle ipotesi in vista della scadenza dell'attuale prolungamento, prevista per il prossimo 30 giugno: "Negli ultimi 4 anni si è parlato di tutto e di niente"

"No a ulteriori proroghe o all'affidamento diretto" dello stadio San Nicola alla Fc Bari "morosa per diversi milioni di euro nei confronti del Comune. E' un interlocutore non affidabile e negli ultimi quattro anni si è parlato di tutto e di niente": i consiglieri comunali Irma Melini (Misto) e Domenico Di Paola (Impegno Civile), hanno fatto il (loro) punto della situazione alla vigilia del Consiglio cittadino che revocherà la gara quinquennale di gestione dell'impianto sportivo, con l'obiettivo di ripresentarne un'altra, in attesa, anche di chiarimenti sul futuro calcistico in città, in un momento particolare in cui la società presieduta da Cosmo Giancaspro sta provvedendo a pagare stipendi, contributi e fidejussioni, scongiurando così l'incubo fallimento, in attesa di ripianare gli oltre 4 milioni di passivo del club. 

Melini scrive alla Corte dei Conti

Melini e Di Paola si opporranno alla delibera. La prima ha anche scritto alla Corte dei Conti per fare chiarezza sulla vicenda. Entrambi, invece, hanno chiesto parere al Segretario del Coniglio comunale sulla legittimità della sospensione e della revoca della gara: "Lo stadio - afferma Mimmo Di Paola - rappresenta un problema più grande di quanto si immaginasse. La situazione è drammatica e provoca sconforto vedere una struttura che ormai assomiglia al Colosseo. La questione è peggiorata negli ultimi cinque anni, con i baresi presi in giro dal sindaco e dall'assessore allo Sport". La consigliera Melini sottolinea le ragioni dell'opposizione alla delibera: "La vicenda è ancora in una fase interlocutoria. Ad oggi non è giunto un vero e proprio neppure un vero e proprio studio di fattibilità sullo sviluppo dello stadio. Tra l'altro, mi risulta che il Comune stia chiedendo solo adesso, a giugno, un parere al Ministero dei Beni Culturali riguardante il vincolo d'autore dell'impianto progettato da Renzo Piano e se sia possibile una modifica da affidare a terzi".

Si avvicina la scadenza del 30 giugno

Per entrambi, la questione avrà una soluzione non in tempi brevi: "Crediamo - affermano - che sarà il prossimo sindaco a decidere sullo stadio. Tutto ciò non sarebbe avvenuto se due anni fa vi fosse stata la gara d'affidamento". Nel frattempo, la deadline del 30 giugno, giorno della scadenza della tera proroga concessa lo scorso anno, è ormai a pochi giorni di distanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

  • Un miliardo di euro e taglio di 800 posti di lavoro: la ricetta di De Bustis per rilanciare la Banca Popolare di Bari

Torna su
BariToday è in caricamento