Uffici giudiziari nell'ospedale Bonomo, il sindaco scrive al ministro Severino

Emiliano chiede un incontro urgente al ministro della Giustizia Paola Severino per trovare una soluzione condivisa sul problema dell'edilizia giudiziaria a Bari. Tra le ipotesi avanzate dal sindaco, lo spostamento di parte degli uffici giudiziari nell'ex ospedale militare Bonomo

L'ex ospedale militare Bonomo a Carrassi

La vicenda relativa alla costruzione della nuova Cittadella della Giustizia in zona stadio San Nicola è ormai finita nelle mani dell'Unione Europea, che ha accolto il ricorso presentato dal Comune contro l'obbligo imposto dal Tar di accettare il progetto della ditta Pizzarotti. Intanto però la situazione degli uffici giudiziari a Bari diventa sempre più critica e occorre trovare una soluzione alternativa nell'attesa che la controversia Comune-Pizzarotti giunga ad una soluzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così il sindaco Michele Emiliano ha deciso di sollecitare l'intervento diretto del governo. Emiliano ha inviato una lettera al ministro della Giustizia Paola Severino chiedendo un incontro urgente sulla questione dell'edilizia giudiziaria a Bari, affinché venga trovata una soluzione condivisa tra Comune e Ministero. Tra le ipotesi prospettate dal sindaco al ministro, il trasferimento di parte degli uffici giudiziari nel plesso dell'ex ospedale militare Bonomo in corso Alcide De Gasperi. Una soluzione, scrive il sindaco, che "consentirebbe di allocare dignitosamente alcuni degli uffici giudiziari e, al tempo stesso, di contenere la spesa che il Comune sopporta annualmente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • Muore medico barese contagiato dal coronavirus: è la terza vittima in Puglia tra gli operatori sanitari

  • "I non residenti lascino casa per i controlli", nei condomini di Bari numerosi manifesti truffa: indaga la Polizia

  • Genitori ricoverati per coronavirus, due adolescenti in quarantena soli a casa: l'aiuto di Carabinieri, parenti, amici e Comune

Torna su
BariToday è in caricamento