Villa dei clan confiscata a Japigia, Decaro contro Salvini: "Venderla? Scelta folle"

"Se il Ministro mi avesse dato l'onore di accompagnarlo - ha detto il sindaco - gli avrei indicato, a pochi metri di distanza dal suo set elettorale, un'altra villa confiscata alla mafia. Attualmente ancora occupata dalla famiglia del boss

Ieri "il ministro Salvini, proprio da lì, da uno degli immobili confiscati, ha detto di volerlo vendere. Una scelta folle. Quei beni vanno utilizzati per finalità sociali, in un quartiere come Japigia che ne ha molto bisogno, non per fare cassa". A parlare è il sindaco di Bari Antonio Decaro, riferendosi alla visita di ieri pomeriggio, del ministro dell'Interno Matteo Salvini, in una villa di via Gentile confiscata a un esponente riconducibile al clan Parisi, annunciando che sarà venduto.

"Niente slogan, niente annunci, niente chiacchiere da campagna elettorale. Sui beni confiscati alla mafia che ci è stato concesso di utilizzare - ha detto Decaro - abbiamo fatto una cosa semplice: li abbiamo dati a chi non aveva un tetto sulla testa. Abbiamo dato una nuova casa a 34 famiglie in emergenza abitativa. Altri 36 beni invece sono stati assegnati ad associazioni impegnate in attività sociali come la Comunità Chiccolino che si occupa della rieducazione dei minori sottratti al circuito penale, o i centri che ospitano le donne sottratte alla tratta della prostituzione o le associazioni che fanno attività per animazione sociale nei quartieri".

"Nella conferenza di servizi del 23 marzo 2017 - ha aggiunto Decaro - abbiamo chiesto di ottenere altri 36 beni immobili confiscati. Purtroppo ad oggi non abbiamo avuto nessuna risposta". "O meglio, - continua il sindaco - una risposta è arrivata, ma è quella sbagliata". "Se il Ministro mi avesse dato l'onore di accompagnarlo - conclude Decaro - gli avrei indicato, a pochi metri di distanza dal suo set elettorale, un'altra villa confiscata alla mafia. Attualmente ancora occupata dalla famiglia del boss. Magari il suo ministero potrebbe darci una mano a risolvere il problema"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Violenta rissa a Bari, volano calci e pugni in strada: arrestati studente universitario e due trentenni

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

  • Donna trovata morta in casa a Bari: l'allarme lanciato dai parenti, era deceduta da un mese

Torna su
BariToday è in caricamento