FdL, ancora critiche. Zullo(PdL): "Viesti non ammette i suoi errori"

Dopo il sequesto dei documenti relativi all'assunzione di un ufficio stampa esterno da parte della Guardia di Finanza, l'eco delle polemiche sulla Fiera del Levante e sul suo presidente Viesti non tende a scemare

Ha creato scalpore il "blitz" di qualche giorno fa della Guardia di Finanza negli uffici della Fiera del Levante atto a prelevare i documenti relativi all'assunzione di un ufficio stampa esterno, incaricato senza procedura pubblica e nonostante fosse presente nell'organico 'fieristico' una delegazione di giornalisti professionisti.

Dopo la denuncia dell'Assostampa e del suo presidente Raffaele Lorusso, il caso investe anche la politica e continua a far salire il suo eco polemico: oggi il Consigliere regionale del Pdl Ignazio Zullo ha detto la sua sulla vicenda e sul comportamento del presidente della Fiera del Levante Gianfranco Viesti, ritenuto poco responsabile e 'falsamente moralistico'.

"Ho imparato nella vita - scrive Zullo in una nota - che occorre diffidare dai predicatori di moralità, di legalità e di comportamenti etici perchè il loro predicare, spesso, è finalizzato ad ammantare la loro vera essenza che si traduce in comportamenti esattamente opposti al loro dire. Apprezzo molto di più coloro che ammettono, in quanto esseri umani, di essere soggetti ad errori in buona fede. Ma Viesti no, non lo ammette. Non mi interessa l'eventuale risvolto penale che, sono certo conoscendo le doti di onestà di Viesti, sicuramente non sarà ritenuto rilevante. Mi interessa mettere in evidenza che non si può parlare di rigore amministrativo e di attenzione agli sprechi e poi commentare che la Fiera si è dotata di un ufficio relazioni istituzionali al posto del vecchio ufficio stampa incaricando, senza gara, una società esterna perché, a giudizio di chi guida l'Ente, l'ufficio non funzionava bene. Forse la Fiera del Levante, per Viesti, è una azienda di proprietà personale? E ai dipendenti che prima assolvevano a quel compito oggi affidato all'esterno viene ancora oggi pagato lo stipendio? E per fare cosa?".

La critica di Zullo, poi, si allarga: "Se avviassimo un'indagine amministrativa sulla Fiera del Levante ne vedremmo delle belle ma nel regno di Nichi(Vendola n.d.r.) quelle che mancano sono le verifiche. Attendo ancora oggi, a distanza di anni, di sapere com'è possibile che un capannone della Fiera del Levante costa oltre 1.000 €/mq. Un costo esorbitante se si considera che non ricomprende il costo del suolo.
A Viesti - conclude poi il Consigliere Pdl - consiglio di dare lezioni all'Università. In televisione faccia andare i cittadini che gli potranno impartire le più belle lezioni su come razionalizzare e spendere con rigore le risorse pubbliche perché con i fatti e non a chiacchiere sono costretti a centellinare i pochi soldi rimasti nelle loro tasche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggualto a colpi di pistola tra i vicoli di Triggiano: pregiudicato 36enne ferito

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • "Dove si colloca l'Iran nel globo?" E gli americani indicano la Puglia: i risultati (tutti da ridere) del sondaggio

  • Chiude un altro negozio storico in città: addio a Ventrelli, al suo posto nascerà un casinò

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

Torna su
BariToday è in caricamento