Intercettare carta e cartoni e potenziarne il riciclo, intesa in Regione: "Spinta verso economia circolare"

Accordo tra via Capruzzi, l'Ager e la Comieco per recuperare oltre 100mila tonnellate in più all'anno, con un risparmio notevole di costi da parte dei i comuni: "Meno spese e incentivi per circa 20 milioni"

Potenziare la raccolta differenziata urbana di carta e cartone, con l'obiettivo di ridurre ulteriormente i costi di smaltimento nelle discariche e mettere in rete più fondi attraverso l'economia circolare. Una strada intrapresa anche dalla Regione Puglia che ha siglato, questa mattina, assieme all'Ager e a Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base
cellulosica), un protocollo d'intesa per ottimizzare la raccolta attraverso numerose azioni che vedranno protagoniste scuole e città con la sfida delle 'Cartoniadi', ma anche il Club dei Comuni Ecocampioni della Puglia, ovvero i 26 centri 'virtuosi' della regione: “Abbiamo scelto una strada ben definita nella gestione dei rifiuti - ha affermato il governatore Michele Emiliano - che è quella, peraltro indicata dall'Unione Europea, del riciclo e del riuso" specificando di aver già stanziato "oltre 60 milioni di euro per la realizzazione di impianti per il trattamento delle frazioni differenziate, che permetteranno alla Puglia di essere più autosufficiente nello smaltimento dei rifiuti e di imboccare finalmente la strada, concreta, dell’economia circolare. Per questo si devono aumentare sin da adesso le percentuali di raccolta differenziata sul territorio, comunque in costante ascesa".

Recuperare oltre 100mila tonnellate in più all'anno

L'accordo consentirà di 'intercettare' ulteriori 100mila tonnellate di carca e cartone da riciclare, che si aggiungerebbero alle 170mila già raccolte annualmente:"“La Puglia, insieme alla Campania -  ha dichiarato Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco -  rappresenta il maggior bacino di raccolta nel Sud. Grazie a questa intesa ci aspettiamo a livello regionale un incremento di raccolta di almeno 100 mila tonnellate annue che permetteranno un risparmio economico di circa 14 milioni di euro per mancati costi di smaltimento a cui aggiungere ulteriori incassi da corrispettivi Comieco per circa 6 milioni di euro". Infine, per il Commissario Ager, Gianfranco Grandaliano, "i numeri parlano di una raccolta differenziata che ha ormai assunto un trend positivo. Negli ultimi due anni e mezzo, la raccolta differenziata è cresciuta, in Puglia, di circa 20 punti percentuali, dal 30 al 50%. Ma la quantità non basta: una raccolta differenziata di qualità è fondamentale per garantire la sostenibilità della gestione dei rifiuti. Ricordiamo, a tal proposito, che la Puglia è tra le regioni meridionali più virtuose in termini di raccolta differenziata di carta e cartone, con la città di Bari addirittura prima nella classifica nazionale stilata da Ispra tra Comuni con oltre 200mila abitanti", con oltre 100 kg di raccolta pro-capite annua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 2000 euro a 60mila pugliesi: 'Start' dalla Regione a partite iva, lavoratori autonomi e professionisti a basso reddito

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Al ristorante e in auto, stop al distanziamento per congiunti e 'frequentatori abituali': la Regione allenta le restrizioni

  • Violento scontro tra moto e suv: grave centauro, trasportato in codice rosso al Policlinico

  • Parcheggiare a Bari: le aree di sosta vicine al centro, mappa e tariffe

  • Due monopattini del servizio sharing rubati e recuperati dalla polizia: uno rintracciato in tempo reale grazie al segnale gps

Torna su
BariToday è in caricamento